Palermo, una bomba carta fa esplodere l’ingresso della guardia medica di Mondello

14 Febbraio 2016

Indaga la polizia, tra le piste quella di un gesto intimidatorio. Si tratta del secondo caso nel giro di due mesi: prima di Capodanno la garitta dei custodi della sede dell’Asp di via Giorgio Arcoleo era stata crivellata di colpi d’arma da fuoco.

 

di

PALERMO. Una bomba carta è stata lanciata ieri sera contro la sede della guardia medica di via Lorenzo Landolino, a Partanna Mondello. Al momento dell’agguato all’interno della struttura c’era una dottoressa che, oltre ad aver riportato lievi ferite, è rimasta sotto choc.

La deflagrazione è stata fortissima ed è stata sentita in tutta la zona. I vetri di una porta sono andati in frantumi e la polizia ha fatto evacuare alcune abitazioni. Gli inquirenti sono a lavoro, non escludendo ancora nessuna possibilità, ma si fa strada l’idea di un gesto intimidatorio.

In particolare si cerca di capire in queste ore se il destinatario del grave gesto criminale possa essere il medico che si trovava di guardia in quel momento, ma appare un’ipotesi improbabile. Si pensa più che altro ad un “messaggio” rivolto alla struttura o, addirittura, ai vertici aziendali.

Si tratta del secondo caso nel giro di due mesi: prima di Capodanno la garitta dei custodi della sede dell’Asp di via Giorgio Arcoleo era stata crivellata di colpi d’arma da fuoco.

I vertici dell’Asp di Palermo sono arrivati sul luogo dello scoppio per verificare i danni e collaborare con la polizia, che indaga sull’accaduto. Con loro anche Antonio Candela, direttore generale dell’Asp 6, recatosi sul luogo dell’esplosione per verificare da vicino i danni provocati. Contattato telefonicamente, non vuole rilasciare dichiarazioni.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV