Osservatorio della Buona Sanità, a Catania siglata una partnership per valorizzare le buone pratiche mediche

17 Luglio 2016

Intesa con CittadinanzAttiva Sicilia e Tribunale dei Diritti del Malato. Obiettivo: identificare le carenze che ostacolano il perfetto funzionamento del sistema "Sanità Italia".

 

di

CATANIA. Siglata una partnership tra Osservatorio della Buona Sanità, CittadinanzAttiva Sicilia e Tribunale dei Diritti del Malato, volta alla identificazione delle eccellenze e buona pratiche mediche. L’obiettivo è spronare il Sistema sanitario nazionale.

In una nota, si sottolinea che «il fine comune, nell’interesse dei professionisti medici e dipendenti del SSN, è quello di identificare le carenze che ostacolano il perfetto funzionamento del sistema “Sanità Italia”, ultimamente vessato da grandi problemi inerenti principalmente la sfera politico-amministrativa, che innegabilmente va avanti con il sacrificio del personale che spesso opera in condizioni non idonee e con poche tutele».

«Certamente da questa collaborazione scaturisce un grande momento di confronto, oltre che un riconoscimento lusinghiero per il team Obs Sicilia (ass. No profit nata in seno ad UGIPI ed “incubata” dalla Sicilian Venture Philanthropy Foundation), anche a favore dell’impegno profuso dalla categoria dei medici, players spesso non valorizzati da una burocrazia statale ormai opprimente».

L’impegno comune è «provvedere a certificare il meglio e proporre migliorie del sistema con massima forza».

La “mission” dell’Osservatorio è quella di porre in evidenza eccellenze e casi di Buona Sanità, segnalati anche dagli utenti tramite mail e sito internet (www.osservatoriobuonasanita.it), attraverso un sistema di valutazione e validazione scientifico certificato dalla presenza di professionisti medici e valutatori Laici” delle associazioni.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV