ospedale umberto I paziente arresto cardiaco ecografo stanza relax malattie infermieri

ASP e Ospedali

L'annuncio

Ospedale Umberto I di Enna, buona notizia per i pazienti trapiantati

Ora è possibile effettuare il prelievo per verificare il dosaggio del Tacrolimus, indispensabile per scongiurare il rigetto d’organo.

Tempo di lettura: 2 minuti

Piccola vittoria per i pazienti trapiantati: finalmente da questa mattina, anche all’Umberto I di Enna– come nel resto della Sicilia- sarà possibile effettuare il prelievo per verificare il dosaggio del Tacrolimus, cioè uno dei farmaci immunosoppressori adoperato da molti pazienti trapiantati di fegato, rene, polmoni, cuore e indispensabile per scongiurare il rigetto d’organo.

Fino a oggi questo non era stato possibile, costringendo i trapiantati a spostarsi verso Palermo (spesso ISMETT), Catania e Caltanissetta. Ore di viaggio solo per effettuare un prelievo venoso e tornare indietro. Nei primi mesi post trapianto, i pazienti devono verificare il dosaggio anche un giorno sì e uno no.

Grazie alla sensibilità del neo commissario straordinario, Mario Zappia che ha accolto alcune segnalazioni e al Direttore dell’Unità operativa complessa Patologia Clinica, Ada Restivo che ha avanzato la richiesta all’Amministrazione dell’Asp, da oggi stop alle infinite trasferte.

Dunque per effettuare l’esame sarà necessario presentare una comune ricetta, compilata dal medico di medicina generale/di famiglia, con la dicitura “Tacrolimus” e il comune codice di esenzione “052”

I trapiantati di organi ottengono dalla vita una seconda opportunità, ma restano soggetti fragili e per mantenere questo dono sono necessarie molte precauzioni e una sanità attenta e capace di andare alla stessa velocità della scienza e della generosità umana, dei donatori e delle loro famiglie.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche