Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
laser glaucoma incontinenza urinaria oncologia medica psicologico gestanti prenatale neonato muore ospedali trapani ringraziamento fototerapia cup cataratta melanoma cornee

ASP e Ospedali

Per verificare eventuali responsabilità

Ospedale di Trapani, neonata muore per sospetta sepsi: al via indagine interna dell’Asp

Il piccolo è deceduto dopo 26 ore dal parto al reparto di ostetricia e ginecologia. Il commissario Bavetta annuncia una commissione per verificare se ci siano eventuali responsabilità del personale ospedaliero.

Tempo di lettura: 1 minuto

Questa mattina, intorno alle 8 è deceduto un neonato al reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale S.Antonio Abate di Trapani a 26 ore dalla nascita per sospetta sepsi neonatale fulminante.

La bimba, P.D., era nata dalla signora T.D. con parto naturale senza alcuna complicazione e alla nascita tutti i parametri erano nella norma.

Dopo circa sei ore si sono alzati gli indici infettivi ed è intervenuto il neonatologo, praticando subito la terapia antibiotica del caso. Nonostante questo la neonata è spirata.

Appresa la notizia il commissario dell’ASP di Trapani Giovanni Bavetta ha annunciato che nominerà subito una commissione interna per verificare se ci sono eventuali responsabilità del personale ospedaliero o sia una causa fatale di carenza immunologica o di patologie neonatali.

E sulla vicenda interviene pure l’assessore regionale alla Salute: «Occorre fare piena luce su quanto avvenuto stamani nel reparto di ostetricia e neonatologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani- afferma Ruggero Razza- Bene ha fatto l’Asp di Trapani ad avviare una commissione di indagine interna, sono necessarie da parte dell’assessorato azioni a garanzia della correttezza dei protocolli adottati o per contribuire a fare emergere le eventuali responsabilità».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati