Nuovo ospedale di Siracusa, la denuncia di Vinciullo: «Il tempo passa, ma tutto tace…»

10 Dicembre 2016

Il presidente della Commissione Bilancio all'Ars: «L’iter burocratico e tecnico-amministrativo per la progettazione si è arenato. Lancio un appello a tutte le emittenti radiotelevisive affinché organizzino un dibattito per riportare l’attenzione su un argomento così vitale per la nostra città».

 

di

SIRACUSA. «Nonostante tutte le assicurazioni, nonostante tutte le garanzie che erano state date sull’esistenza dell’area e del finanziamento per la costruzione del nuovo Ospedale di Siracusa, tutto continua a tacere». Lo dichiara Vincenzo Vinciullo (nella foto), presidente della Commissione “Bilancio e Programmazione” all’Ars.

«Il sipario è calato su questo argomento come se non interessasse a nessuno, come se fosse un problema di altri. Invece il problema è nostro, dei nostri figli, dei nostri amici, delle persone a noi vicine e anche di quelle lontanissime che, in caso di bisogno, non avranno dove andare e come curarsi».

Secondo il presidente della Commissione Bilancio «si è perfino arrivati a negare l’esistenza del decreto assessoriale n.1447 del 22 giugno 2016 con il quale, di fatto, viene revocato, cioè tolto, il finanziamento per il nuovo ospedale. Si è scelta un’area per costruite il nuovo ospedale inadeguata e non utilizzabile, come dichiarato più volte dall’Asp di Siracusa. L’iter burocratico, tecnico-amministrativo per la progettazione si è arenato nelle secche di questa scelta illogica e priva di qualsiasi giustificazione dal punto di vista tecnico. E la città che fa? Pensa di affrontare l’argomento tacendo, come se tacendo e nascondendo la testa sotto la sabbia il problema si risolve da solo».

Infine, Vinciullo lancia un appello «a tutte le emittenti radiotelevisive affinché organizzino un incontro, un dibattito, uno scontro, quello che volete, per riportare l’attenzione su un argomento così vitale per la nostra città. Ma credo che anche questo appello rimarrà inascoltato nello “scirocco” che caratterizza la nostra città, più attenta ai gossip locali, regionali e nazionali che ai problemi della gente comune».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV