ASP e Ospedali

Costo 220mila euro

Ospedale Sant’Antonio Abate, ecco la sala d’attesa riqualificata

Sono terminati i lavori di riqualificazione dell'hal, che erano iniziati il 12 gennaio 2022. Il commento del commissario straordinario dell'Asp.

Tempo di lettura: 1 minuto

TRAPANI. Sono terminati i lavori di riqualificazione della sala d’attesa dell’Ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani, iniziati il 12 gennaio 2022. Lo scorso 21 marzo 2023 erano stati consegnati tutti gli arredi, gli accessori, compresa la segnaletica, necessari alla ottimale funzionalità dell’opera, e finalmente stamane c’è stata la tanto attesa inaugurazione dei locali.

L’accoglienza era diventata una delle priorità per l’Asp di Trapani, da qui la necessità di un completo restyling di quella che sappiamo è il biglietto da visita per ogni struttura privata e maggiormente pubblica. Spesa sostenuta 220 mila euro. Come spiega ad Insanitas il commissario straordinario Vincenzo Spera, questo per l’Asp di Trapani è solo il primo tassello di una serie di lavori nel nosocomio trapanese che a breve sarà interessato da una grande ristrutturazione, con una nuova struttura che sorgerà alle spalle dell’ospedale e che comprenderà la Radioterapia, 18 posti di terapia intensiva, 36 di chirugia, e che di fato decongestionerà l’attività del presidio.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche