Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Donato al reparto di Pediatria dal Rotaract

Ospedale Sant’Antonio Abate, ecco Buzzy: dispositivo dalla forma di ape, allevierà il dolore dei piccoli pazienti

La Pediatria del nosocomio di Trapani è il primo reparto in Sicilia (e il secondo in Italia) ad esserne fornito. Il progetto, denominato “Buzzy for pain kids”, è a cura del Rotaract di Trapani-Erice che ha donato i dispositivi all’Asp.

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. La Pediatria dell’Ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani è il primo reparto in Sicilia, e il secondo in Italia, ad essere fornito del “Buzzy” un dispositivo medico chirurgico che agisce sul dolore acuto, particolarmente indicato per i piccoli pazienti ospedalizzati.

È un dispositivo non farmacologico, e senza effetti collaterali, dalla forma di un ape, con le ali che contengono un liquido refrigerante, che genera una sensazione di freddo che, associata all’effetto vibratorio dell’”ape”, riduce notevolmente la percezione dolorosa di una iniezione, oltre a distrarre il piccolo paziente.

«Anche i neonati ricordano il dolore- spiega il primario del reparto, Pietro Di Stefano– Quando un bambino deve effettuare un prelievo ematico, o gli si devono iniettare dei farmaci intramuscolo, subisce uno stress, fisico e psicologico. Queste pratiche sono le più temute dai piccoli pazienti, dai genitori e finanche dagli stessi opera tori sanitari. Questo strumento modula il dolore e quindi riduce lo stress».

Il progetto, denominato “Buzzy for pain kids”, è a cura del Rotaract di Trapani-Erice, che ha donato i dispositivi all’ASP trapanese.

«Apprezziamo che la società civile sia vicina alla sanità trapanese- dice il direttore generale dell’Asp di Trapani, Fabrizio De Nicola– e sia sensibile al bisogno di salute dell’utenza, nell’ottica di migliorare l’accoglienza e accrescere l’offerta sanitaria, ma ancor più se questa è rivolta verso i nostri figli».

Per la presidente del Rotaract, Marina Maltese «questo progetto dei nostri giovani, dedicato al benessere del bambino ospedalizzato, è un esempio di innovazione tecnologica che abbiamo voluto donare a quella che è un’eccellenza nell’ospedalità trapanese».

L’iniziativa verrà replicata al reparto di pediatria dell’ospedale Paolo Borsellino di Marsala domani, 15 giugno, alle 10.

Buzzy

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati