Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
biblioteca

ASP e Ospedali

"Un cuore pieno di libri"

Ospedale Sant’Antonio Abate, attivata una biblioteca in Ostetricia e ginecologia

Nata da un'iniziativa del direttore dell'Unità Ospedaliera, Laura Giambanco, è dotata di oltre cento volumi donati dal personale del reparto e da numerosi scrittori siciliani.

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. “Un cuore pieno di libri” è il nome della nuova biblioteca dell’U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Sant’Antonio Abate.

La biblioteca, nata da un’iniziativa del direttore dell’Unità Ospedaliera, Laura Giambanco, è dotata di oltre cento volumi donati dal personale del reparto e da numerosi scrittori siciliani, tra questi: Davide Camarrone, Clelia Di Stefano, Eliana Liotta, Chiara Palumbo, Alli Traina, Lietta Valvo Grimaldi, Elena Zaniboni.

La casa editrice Palumbo ha donato un “kit di sopravvivenza” di grammatica italiana facilitata per stranieri poiché nel reparto afferiscono donne in gravidanza di varie razze e religioni. Per questo motivo nella biblioteca trovano posto la Bibbia, il Corano, romanzi in lingua inglese, francese, spagnola e araba.

La biblioteca è stata inaugurata stamattina dal direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani e dal Vescovo, Monsignor Pietro Maria Fragnelli, che ha riservato una particolare benedizione alle mamme e a tutti i bambini appena nati ospiti del reparto.

Il reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale trapanese, che vanta una percentuale di primi tagli cesarei pari al 17% e circa 1000 parti l’anno, è dotato di 22 posti letto.

«La relazione umana è parte integrante del processo di guarigione- ha detto il direttore generale dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani– La capacità di accogliere i pazienti con tutte le loro personali esigenze psicologiche e sociali, è il nuovo modello di struttura di ricovero con nuovi e sempre maggiori standard di confort e vivibilità cui stiamo puntando».

« Da oggi le donne ricoverate presso la ginecologia e ostetricia del nosocomio trapanese e i loro familiari potranno alleviare il periodo di degenza con la lettura- ha detto Laura Giambanco– Questa iniziativa rientra nell’ottica di offrire assistenza di qualità ai cittadini e si aggiunge ai numerosi servizi già offerti dal reparto, che hanno reso possibile il raggiungimento del pregevole risultato del 100% di “customer satisfaction» .

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati