Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'annuncio

Ospedale Piemonte, focolaio sotto controllo: i reparti chiusi riapriranno il 6 settembre

Nei giorni scorsi erano stati scoperti 4 pazienti positivi. Il direttore sanitario annuncia ad Insanitas: «Gli ambulatori invece saranno attivi già da domani 2 settembre, dopo l’avvenuta sanificazione dei locali».

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. Resta sotto controllo la situazione all’Ospedale Piemonte di Messina, dove è scoppiato un piccolo focolaio, con la scoperta di 4 pazienti positivi: 2 ricoverati nel reparto di Ortopedia e 2 in quello di Cardiologia e Utic. Rimane infatti stabile il numero dei contagi, in base a quanto emerso dagli ultimi tamponi effettuati. La notizia aveva subito fatto scattare la procedura di sicurezza prevista, come ha spiegato ad Insanitas il direttore sanitario, Giuseppe Rao: «Inizialmente, i pazienti risultati positivi erano soltanto due: uno nel reparto di Cardiologia e Utic e uno in quello di Ortopedia, i quali erano stati sottoposti a tampone, perché dovevano essere dimessi e trasferiti in altre strutture. Abbiamo poi effettuato lo screening di tutti i soggetti ricoverati nei reparti interessati e del personale sanitario e da questo primo controllo è venuta fuori la positività di altri due pazienti, un altro in Ortopedia e un altro in Cardiologia e Utic».

La procedura di emergenza comporta nello specifico lo screening quotidiano dei pazienti e ogni 48 ore degli operatori. «La mappatura- ha precisato Rao- è in corso, perché per i prossimi 7 giorni tamponeremo costantemente pazienti e operatori dei reparti. Anche se a prescindere, l’Ospedale effettua di routine l’attività di screening al personale di tutte le Unità operative, compresi gli operatori delle ditte esterne. Solo nel caso in cui venga accertato un caso di positività, viene attivato il protocollo di sicurezza, con lo screening intensivo».

Il focolaio ha fatto scattare la chiusura dei reparti interessati, compresi quelli vicini di Chirurgia e Urologia, e la sospensione delle attività ambulatoriali. «A fini precauzionali- ha aggiunto il direttore sanitario- abbiamo blindato l’Ospedale, estendendo la chiusura anche ai reparti concentrati nella stessa area, poiché data la logistica della struttura, c’era un forte rischio di promiscuità». La riapertura dei reparti è stata fissata per il prossimo 6 settembre alle ore 12,00, mentre gli ambulatori saranno attivi già da domani 2 settembre, dopo l’avvenuta sanificazione dei locali.

«L’ingresso del virus nei nostri reparti – ha rivelato Rao – ci ha colpito, perché tranne qualche normale caso tra il personale, di recente non si erano verificati contagi tra i pazienti. Purtroppo quello che è accaduto è indice dell’alto numero di positivi presenti in città. Solo con una vaccinazione di massa della popolazione, potremo evitare questi episodi. Il vaccino da solo non basta per non contagiarsi, occorrono anche comportamenti diligenti, ma è fondamentale per non ammalarsi».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati