Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
menopausa carenza sangue direttori ospedale Papardo accorpamento genetica consultivo ipovedenti

ASP e Ospedali

L'incontro con Cgil, Fvm e Nursind

Ospedale Papardo, i sindacati: «Gucciardi ha garantito più posti letto e lo stop agli esuberi»

L'incontro dell'assessore regionale alla Salute con Cgil, Fvm e Nursind.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. «Più posti letto al Papardo di Messina e azzeramento degli esuberi, questo avverrà con il riallineamento definitivo dei posti letto a livello regionale e provinciale e con l’approvazione sia delle piante organiche sia del piano triennale del fabbisogno e relativo tetto di spesa».

È quanto comunicato oggi dall’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi ai sindacati Cgil, Fvm e Nursind rappresentati rispettivamente da Antonino Trino e Guglielmo Catalioto, Francesco Romeo, Ivan Alonge e Filippo Barbaro. L’incontro si è svolto in merito al futuro del Papardo. I sindacati erano preoccupati dalle notizie sul taglio di un’ottantina di posti letto e sugli esuberi dichiarati, una cinquantina in tutto, unico caso tra tutti gli ospedali siciliani dopo il piano di riordino regionale.

Soddisfatti i sindacati che spiegano che «l’assessore ha acquisito il documento intersindacale dove viene puntualmente contestato ciò che non è in linea con i dettami assessoriali e con il decreto Balduzzi, ancorché le anomalie palesi sulle modifiche ad alcune strutture rispetto ad altre. È stato rimarcato il ruolo che il Papardo ha sempre avuto nel panorama sanitario e il fatto che oggi sia la struttura più penalizzata. Lo spirito di cordialità e disponibilità nei confronti del Papardo da parte dell’assessore trova concretezza nella nomina, su sua proposta, di Maria Letizia Di Liberti a commissario dell’azienda, un funzionario regionale che conosce la problematica di tutte le aziende sanitarie regionali e che quindi, compiutamente, saprà affrontare e programmare il futuro del Papardo anche in un’ottica di rilancio, soprattutto alla luce delle specialistiche e professionalità in esso presenti”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati