Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

I dettagli

Ospedale Papardo, impiantato pacemaker senza fili

Una recente innovazione tecnologica della interventistica cardiologica, che è divenuta realtà anche a Messina.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. Ha le dimensioni di una piccola pila cilindrica, pesa meno di 2 grammi e viene inserito direttamente nel cuore senza bisogno di chirurgia per l’impianto: è il cosiddetto pacemaker “leadless” (senza fili), una recente innovazione tecnologica della interventistica cardiologica, che è divenuta realtà anche a Messina, alla Cardiologia dell’Ospedale Papardo diretta dal Dr. Giovanni Consolo.

I sistemi, fino ad oggi comunemente utilizzati comprendono un generatore di impulsi, il pacemaker vero e proprio, che viene alloggiato in una tasca creata chirurgicamente nel sottocutaneo della parte alta del torace e uno o più elettrocateteri che vengono posizionati all’interno delle cavità cardiache.

L’equipe interventistica dell’Azienda Ospedaliera Papardo, costituita dai dottori Consolo, Donato, Cerrito, Nicotera e Bitto, dagli infermieri Lo Monaco, Spartà e Cucinotta e dal caposala Gemelli, in pazienti nei quali l’impianto classico è troppo rischioso, soprattutto a seguito di infezioni, o è addirittura impossibile per occlusione dei vasi venosi toracici, ha cominciato ad impiegare l’innovativo pacemaker leadless che, essendo circa 10 volte più piccolo di un sistema tradizionale, viene posizionato nella cavità ventricolare destra con una procedura mini invasiva, attraverso la puntura della vena femorale ed uno speciale introduttore vascolare.

Questo approccio pertanto non richiede la creazione di una tasca sottocutanea, non lascia cicatrici esterne visibili, riduce di molto il rischio delle endocarditi, le temibili e gravissime infezioni interne del cuore e consente di poter impiantare uno stimolatore cardiaco anche nei casi più problematici per gli interventi standard.

Tutto questo, insieme ad una degenza pre e post-operatoria piuttosto breve, lasciano prevedere un sempre più ampio impiego di questa tecnologia nel prossimo futuro, incrementando ulteriormente la qualità delle prestazioni cardiologiche che l’Azienda Ospedaliera Papardo storicamente ha sempre fornito a Messina.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati