Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

La nota

Ospedale Papardo, il Nursind: «Basta tagli sul personale»

Il sindacato contesta la bocciatura del piano triennale del fabbisogno e della dotazione organica dell'azienda ospedaliera messinese.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. «Abbiamo appreso che l’assessorato regionale della Salute ha bocciato il piano triennale del fabbisogno del personale e della dotazione organica dell’azienda ospedaliera Papardo. Siamo basiti, è una decisione incomprensibile alla luce dei tagli che si sono succeduti negli anni e che hanno determinato diverse situazioni critiche per la carenza del personale sanitario tutto». Lo scrive il Nursind in una nota a firma del segretario territoriale Ivan Alonge (nella foto) e del segretario aziendale Filippo Barbaro, commentando la bocciatura e il taglio da parte della Regione delle previsioni dell’ospedale.

Il sindacato attacca: «Si insiste nel voler considerare il personale come un costo, invece che come risorsa. Si continua a sprecare risorse, spesso in apparecchiature sofisticate con costi esorbitanti ma manca chi dovrebbe farle funzionare. Basta tagli sul personale o improbabili sostituzioni di professionalità per risparmiare qualche migliaio di euro, credendo che il personale infermieristico si possa interscambiare con il personale di supporto Oss. Chiediamo di investire in prevenzione e progettualità, di favorire le eccellenze affinché possano mantenere standard elevati e perché no, migliorare ulteriormente. Bisogna capire le motivazioni per le quali alcune unità operative non decollano e porre rimedio, con azioni mirate. L’ospedale Papardo ha già subito tagli che lo hanno condotto a essere Dea di I livello, nonostante le tante eccellenze e l’aver dimostrato di poter dire la sua in questa fase emergenziale».

Nei giorni scorsi al Papardo i sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione «per il grave ridimensionamento a cui inesorabilmente andrebbe incontro l’ospedale qualora venisse pedissequamente applicato il nuovo tetto di spesa assegnato dall’Assessorato Regionale alla Salute».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati