Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'iniziativa nazionale

Ospedale Papardo, al via il progetto “Dance for Oncology”

Dedicato ai pazienti in trattamento terapeutico o nella fase di follow up.

Tempo di lettura: 3 minuti

Approda a Messina il progetto nazionale “Dance for Oncology (D4O)” , dedicato ai pazienti oncologici (uomini e donne) in trattamento terapeutico o nella fase di follow up.

Sono 13 i centri oncologici scelti in tutta Italia che aderiscono all’iniziativa patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri: per la Sicilia sono Palermo e Messina, quest’ultima con il dipartimento di Oncoematologia dell’ospedale Papardo diretto dal prof. Vincenzo Adamo.

L’iniziativa è nata da un’idea di Adriana Bonifacino, chirurga senologa presidente dell’associazione “IncontraDonna onlus” di Roma, l’oncologo Paolo Marchetti presidente della Fondazione per la medicina personalizzata e la Carolyn Smith Dance Academy.

Il progetto partirà oggi e prevede 24 lezioni suddivise in due incontri settimanali che si svolgeranno presso il Centro Danza Sportiva Maracaibo.

Ieri pomeriggio la presentazione nell’auditorium del Papardo, alla presenza dei direttori generale e sanitario Mario Paino e Giuseppe Ranieri Trimarchi, la responsabile del Centro “Maracaibo” Deborah Siracusano Raffa e il ballerino Samuel Peron che, insieme alla coreografa Carolyn Smith, hanno ideato il percorso e seguiranno personalmente gli allievi.

«Il ballo sta rivoluzionando l’universo del percorso di recupero di molte patologie compresa quella neoplastica», ha dichiarato soddisfatto il prof. Adamo, ricordando come nel suo dipartimento già da alcuni anni sono state avviate diverse attività culturali ricreative che rientrano in quel percorso di umanizzazione delle terapie, della quale la struttura ospedaliera è stata pioniera.

Dance for Oncology (D4O) è il primo progetto in Italia di ballo dedicato a pazienti oncologici uomini e donne che permette di migliorare l’umore, la condizione psico-fisica e ritrovare entusiasmo e gioia di vivere.

Mette i pazienti al centro dell’impegno dei clinici e dei maestri di ballo che, in collaborazione con tredici Centri oncologici, avvieranno i corsi in altrettante città (Roma, Messina, Cagliari, Palermo, Lecce, Napoli, Torino, Milano, Verona, Pisa, Cosenza, Catanzaro, Forlì).

IncontraDonna onlus già nei mesi scorsi, grazie ad un progetto europeo, aveva testato la positività dell’utilizzo della danza come strumento per favorire il movimento, la socializzazione, affiancando le in campo oncologico per le sole pazienti con tumore del seno.

A quell’esperienza positiva e unica è seguita l’idea di un lavoro più ampio, che coinvolgendo i Centri di oncologia su rete nazionale, potesse avvicinare al ballo il maggior numero di pazienti per favorire così un complessivo miglioramento delle loro condizioni psicofisiche”.

Il Direttore Generale del Papardo  Mario Paino ed il Direttore del Dipartimento di Oncologia Vincenzo Adamo hanno accolto con grande entusiasmo l’invito della prof.ssa Adriana Bonifacino, presidente di IncontraDonna onlus e promotrice del progetto, del prof. Paolo Marchetti, presidente della Fondazione per la Medicina Personalizzata, e di Carolyn Smith, una delle più famose ballerine al mondo e giudice di gare di ballo a livello internazionale e presidente di Dance Academy, a coinvolgere in tale progettualità i pazienti donne ed uomini seguiti presso la oncologia medica della azienda.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati