Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
aggressione medico

ASP e Ospedali

Arriva la polizia

Ospedale Ingrassia di Palermo, ottantenne muore: familiari aggrediscono il cardiologo

Prima verbalmente e poi spintonandolo contro il muro. La solidarietà dell'Asp al medico.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Solidarietà, supporto e massimo sostegno»: sono state espressi dalla direzione aziendale dell’Asp di Palermo al cardiologo aggredito ieri sera all’ospedale Ingrassia.

Il professionista di turno in quel momento nel reparto, è stato aggredito verbalmente e poi spintonato al muro dopo che aveva comunicato il decesso, per sopravvenute complicanze, di una paziente di 80 anni ricoverata in terapia intensiva coronarica.

È subito intervenuto il personale della vigilanza, ma è stato necessario l’intervento della polizia per riportare la calma. Il cardiologo è stato costretto a fare ricorso alle cure dei medici del Pronto Soccorso.

«Pur comprendendo il dolore per la perdita di una familiare- sottolinea la direzione aziendale dell’Asp- è inaccettabile ogni forma di violenza verbale e, soprattutto, fisica nei confronti di chi esercita il proprio lavoro con scrupolo e professionalità. Siamo vicini al cardiologo che supporteremo in ogni sede competente».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati