Ospedale Ingrassia di Palermo, giornata di festa all’insegna della creatività degli operatori sanitari

29 Settembre 2018

In mostra le qualità artistiche oltre il camice degli operatori del Presidio. L’iniziativa si inserisce nel piano dell’azienda volto all’umanizzazione delle cure.

di Valentina Grasso

PALERMO. Pazienti e cittadini coinvolti in un clima di festa e di allegria. Ieri l’ospedale Ingrassia, con l’iniziativa “Giornata di festa”, ha aperto le porte alla cultura, al bello e all’intrattenimento mostrando le qualità artistiche oltre il camice degli operatori sanitari del Presidio.

Un progetto che ha avuto come tema portante quello dell’ “Ospedale luogo di C.u.r.a.”, dove per “cura” si intende l’acronimo di creatività, umanizzazione, relazioni e armonia.

Obiettivo della giornata è stato quello di presentare l’altra faccia delle corsie ospedaliere, luoghi di scambio e di incontro tra persone diverse tra loro dove momenti di tensione e sofferenza possono essere curati anche con il sorriso.

L’iniziativa si inserisce nel piano dell’azienda volto all’umanizzazione delle cure e del prendersi cura. «Abbiamo voluto modificare un po’ il concetto utilizzando- spiega Rosanna Termini, responsabile della U.O. Geratria dell’ospedale Ingrassia e tra le ideatrici del progetto- I nostri operatori che al di là della loro attività professionale hanno degli hobby particolari. Sfruttando questa opportunità abbiamo voluto relazionarci in modo un po’ diverso con la comunità»

Nello spiazzo interno, tra i viali alberati del Presidio, è stata allestita una mostra di manufatti artigianali, dai modellini in miniatura ai fiori di carta crespa, dagli accessori ricamati alle statuine fantasy, mentre nei corridoi del pian terreno della struttura sono stati esposti dipinti e fotografie.

Un folto programma è stato pensato per l’intera giornata con spettacoli musicali e teatrali che hanno animato il palcoscenico dell’Ingrassia.

«Quest’iniziativa- continua Rosanna Termini- è stata accolta con grande entusiasmo anche da artisti con una notevole sensibilità che hanno voluto dare il loro contributo con dei momenti musicali e di puro divertimento. Chiude la giornata Ernesto Maria Ponte mentre la corale della polizia municipale apre l’evento».

Un mese intenso che ha coinvolto tutte le parti sociali del territorio. «Abbiamo trovato immediato riscontro dalla cittadinanza attiva a partire- sottolinea Damiana Pepe, assistente sociale e ideatrice dell’iniziativa in sinergia con Rosanna Termini- Dal presidente della IV Circoscrizione, il sindaco di Palermo, il sindaco di Monreale e il presidente della Caritas diocesana di Monreale che hanno messo a disposizione ognuno determinate risorse».

L’iniziativa infatti è stata realizzata in collaborazione con la IV Circoscrizione, il Comune di Monreale, la Diocesi di Monreale, il direttore della Caritas don Ferdinando Toia, il liceo artistico “Damiani Almeyda”, l’assessore “Ville e Giardini” del Comune di Palermo, l’Associazione Nazionale Carabinieri e la scuola d’infanzia “Giuseppe Di Matteo”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV