Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Il bilancio

Ospedale “Giovanni Paolo II”, 200.000 tamponi molecolari in 18 mesi

Il Laboratorio di Analisi ragusano è stato uno dei primi in Sicilia a essere stato autorizzato dall'Assessorato Regionale alla Salute.

Tempo di lettura: 2 minuti

RAGUSA. Il Laboratorio di Analisi dell’ospedale “Giovanni Paolo II” ha raggiunto un record di tamponi molecolari per la diagnostica del COVID-19.  Uno dei primi in Sicilia a essere stato autorizzato dall’Assessorato Regionale alla Salute assieme ai Policlinici Universitari di Catania e Palermo, ha processato in RT-PCR 200.000 tamponi molecolari anti SARS-COV-2  in diciotto mesi di attività.

«Ormai da 18 mesi lavoriamo incessantemente, H24, per garantire un servizio serio e affidabile per tutti gli ospedali della Provincia, oltre che all’utenza esterna, assicurando risultati certi entro 24/48h al massimo. Tutto ciò grazie ad un gruppo formidabile, a suo tempo istituito dalla Direzione Strategica Aziendale, costituito da Biologi, Tecnici di Laboratorio e infermieri che non risparmiano nessuna energia e che quotidianamente danno il meglio di loro stessi» dichiara Vincenzo Bramanti, Responsabile dell’Emergenza COVID e Referente del Laboratorio Analisi di Ragusa e Modica.

Da qualche giorno è stato dato avvio dalla Direzione Strategica Aziendale un Progetto Regionale Interassessoriale- Salute-Istruzione- di monitoraggio sanitario delle Strutture Scolastiche “sentinella” individuate dalla Regione. L’Asp si è attivata al fine di raggiungere i risultati sperati. «Continueremo a svolgere il nostro dovere, con passione e impegno- continua Bramanti- come tutti gli operatori sanitari, finchè non sconfiggeremo questo terribile virus che tanti disastri ha fatto nel mondo».

 

«Noi, come operatori sanitari in primissima linea, non vediamo l’ora di ricevere, nei prossimi mesi, la somministrazione delle dosi di richiamo “booster” del vaccino anti SARS-COV-2, al fine di continuare ad avere la protezione anticorpale adeguata e necessaria per fronteggiare il virus. Ritengo doveroso esprimere un ringraziamento di cuore a tutti i componenti dell’Emergenza COVID aziendale che, senza tregua, fanno il proprio dovere per garantire la tutela della salute pubblica: i colleghi del Dipartimento di Prevenzione, del Settore Informatico Aziendale, delle USCA e soprattutto la nostra Direzione Strategica Aziendale: una Direzione “illuminata” che quotidianamente sostiene e coordina, in maniera egregia, tutta quanta l’organizzazione» il commento finale di Bramanti.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati