Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fondazione giglio Whatsapp prostata pazienti endocrinologia recital sterilizzazione anestesisti

ASP e Ospedali

L'appello del sindacato

Ospedale Giglio, la Cgil: «Organico carente in Neonatologia, urge un bando per reclutare pediatri»

L'appello del sindacato tramite Giovanni Cammuca (segretario della Funzione pubblica) e Mimmo Mirabile (responsabile medici Fp Palermo).

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Solo 4 pediatri in servizio presso l’area neonatale pediatrica della Fondazione Giglio di Cefalù, a seguito della riduzione di una unità di personale medico». Lo sostiene la Fp Cgil Palermo, manifestando «grande preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare in reparto e chiede alla direzione dell’ospedale di bandire una selezione per la copertura di posti per più di un anno».

Secondo il sindacato «la concessione dell’aspettativa lavorativa a un medico del reparto, a partire dal primo gennaio, ha determinato un sovraccarico di lavoro e di responsabilità per i 4 pediatri rimasti, che hanno continuato a garantire la copertura di tutti i turni della giornata, provandosi del riposo settimanale previsto.“Garantiamo il servizio, lavorando anche la domenica, a discapito della possibilità di poter recuperare”, dicono i pediatri. La normativa prevede infatti almeno la presenza di 5 pediatri per assicurare la presenza continua (il pediatra non può essere reperibile ma deve stare sempre in reparto)».

«Solo con grande senso di responsabilità, ma in condizioni di grande criticità, i pediatri rimasti in quattro riescono a garantire la copertura dei turni di lavoro in guardia attiva di neonatologia h24 e sette giorni su sette- dichiarano il segretario della Funzione pubblica Cgil Palermo Giovanni Cammuca e Mimmo Mirabile, responsabile provinciale medici Fp Cgil Palermo- Temiamo che possa non bastare il grande impegno profuso dal personale medico del reparto, perché basta che un solo medico manchi per malattia, ferie o riposi settimanali oggi non possibili che i restanti debbano sobbarcarsi turni lavorativi che, oltre a violare anche norme legislative e contrattuali, aumentano esponenzialmente il rischio clinico».

La Funzione pubblica Cgil chiede che la direzione strategica dell’Ospedale per superare l’emergenza, «che non può essere affrontata con incarichi professionali, oggi per altro inesistenti, proceda a bandire selezioni per la copertura dei posti vacanti con un incarico che vada oltre l’anno».

AGGIORNAMENTO: clicca qui per leggere la replica della Fondazione Giglio che annuncia un bando.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati