Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

A Catania

Ospedale Garibaldi, due donne tornano a camminare dopo intervento chirurgico

Presentavano rispettivamente delicate lesioni alla X vertebra toracica e alla terza vertebra lombare.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. Due donne, L.L. e P.A., affette da gravi problemi di motilità e sensibilità agli arti inferiori in seguito a gravi alterazioni degenerative e post traumatiche, sono guarite grazie a un complesso intervento di chirurgia vertebrale al Garibaldi.

Le pazienti, che presentavano rispettivamente delicate lesioni alla X vertebra toracica e alla terza vertebra lombare, stanno lentamente tornando all’ordinaria vita quotidiana e hanno cominciato un lungo programma di riabilitazione per il recupero completo delle funzioni motorie.

Ad eseguire l’intervento chirurgico è stato Giovanni Restuccia, direttore del Dipartimento di Emergenza e dell’U.O.C. di Ortopedia e Traumatologia dell’Arnas Garibaldi di Catania, coadiuvato da Alfio Grimaldi e dall’anestesista Daniela Di Stefano e Federica Averni.

La difficile operazione è consistita nella stabilizzazione con mezzi di sintesi nella regione posteriore del rachide e nella decompressione delle strutture nervose, con stabilizzazione e sostituzione con protesi del corpo vertebrale per via anteriore in regione toracica e lombare.

L’intervento è stato reso possibile grande anche alla collaborazione di Enrico Potenza, direttore della U.O.C. di Chirurgia Toracica, per ciò che riguarda l’accesso toracico, e di Luigi Piazza, direttore della U.O.C. di Chirurgia Generale per le operazioni per l’accesso lombare anteriore.

«Tale successo è stato reso possibile anche grazie alle attrezzature di ultima generazione a disposizione all’Arnas Garibaldi, ormai sempre più proiettato verso il concetto dell’alta specializzazione», sottolineano dall’ospedale catanese.

“Siamo felici – ha detto il direttore del Garibaldi, Fabrizio De Nicola – che all’interno della nostra azienda si riescano ad ottenere risultati così importanti. Le grandi professionalità, la multidisciplinarietà e l’aggiornamento tecnologico sono percorsi indispensabili per fornire ai pazienti terapie sempre più efficaci e di altissima qualità. Il successo di questi interventi sono uno spot importantissimo per la sanità siciliana e un disincentivo ai viaggi della sparanza”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati