Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

La buona Sanità

Ospedale di Taormina, raro intervento salvavita a un bambino di sette anni

Il riscontro di una grave aritmia insorta durante un banale trauma e seguita da una sincope prolungata ha indotto i medici che seguono il piccolo ad impiantare un defibrillatore epicardico.

Tempo di lettura: 1 minuto

MESSINA. «Per la prima volta in Sicilia è stato impiantato un defibrillatore ad un piccolo paziente». Lo fanno sapere dall’Asp di Messina diretta da Paolo La Paglia, sottolineando che l’intervento è stato effettuato nella Cardiochirurgia Pediatrica dell’ospedale San Vincenzo di Taormina e ha riguardato un bambino di 7 anni affetto dalla “Sindrome di Jervell-Lange-Nielsen”, una rarissima forma di “sindrome del QT lungo” associata a sordità congenita ed elevato rischio di morte improvvisa a causa di aritmie ventricolari maligne.

È questa la patologia che i medici del CCPM hanno diagnosticato al piccolo Nicola, in cura a Taormina da oltre 5 anni. Alcuni anni addietro avevano impiantato al piccolo un dispositivo di monitoraggio remoto, un vero e proprio microchip sottocutaneo per monitorare a distanza eventuali aritmie maligne.

Il riscontro di una grave aritmia insorta durante un banale trauma e seguita da una sincope prolungata ha indotto i medici che seguono il piccolo ad impiantare un defibrillatore epicardico.

«Il sistema- dice il Primario Sasha Agati – consiste in un elettrodo impiantato in minitoracotomia che avvolge la superficie del cuore e che è in grado di interrompere eventuali aritmie maligne erogando uno shock elettrico, evitando così al piccolo paziente gravissimi rischi anche mortali».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati