neonato operato al cuore primario aggredito parcheggio ospedale taormina cardiopatici pacemaker parcheggio

ASP e Ospedali

L'appello

Ospedale di Taormina, Leanza: «Reparto di Urologia a rischio chiusura»

Sollecitato un intervento del governo regionale per risolvere il problema causato dalla carenza di medici.

Tempo di lettura: 2 minuti

«Il governo regionale intervenga sul reparto di Urologia dell’ospedale di Taormina»: è l’appello lanciato da Calogero Leanza, il quale sottolinea: «L’Unità Operativa Complessa del “San Vincenzo” rischia la chiusura. Da tempo c’è preoccupazione per le sorti di questo reparto e l’apprensione si è acuita adesso anche a seguito della decisione dell’Asp che, alla luce della carenza di organico di questa UOC, ritiene si debbano limitare al momento le attività soltanto all’espletamento delle prestazioni ambulatoriali».

Leanza aggiunge: «Lo stop all’attività interventistica rischia di paralizzare il reparto. In Urologia dovrebbero esserci almeno 5 medici ma al momento ne è rimasto soltanto uno e la situazione, evidentemente, si è fatta a dir poco complicata».

Inoltre sottolinea: «Spero che possano arrivare in tempi brevi i quattro medici, che potrebbero agevolmente essere reperiti dagli esuberi di altre province e quindi di altre aziende sanitarie. Queste sono le condizioni minime per poter svolgere le attività a pieno regime in un reparto che ha una vasta utenza proveniente da tutta la provincia messinese ed anche da altre zone dell’isola. La struttura riceve pazienti provenienti dai territori di Randazzo, Piedimonte, Giarre, Calatabiano. Il governo regionale si mostri sensibile alle esigenze di un territorio la cui struttura sanitaria è ormai, da anni, ridotta all’osso».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche