Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

I dettagli

Ospedale di Taormina, c’è il progetto: ecco come cambierà volto

L'Ufficio speciale della presidenza della Regione ha elaborato il progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Tempo di lettura: 2 minuti

A lungo atteso e ripetutamente invocato da operatori sanitari e utenti, il restyling dell’ospedale San Vincenzo di Taormina adesso appare davvero più vicino.

Dopo avere siglato un’apposita convenzione con l’Asp di Messina, l’Ufficio speciale della presidenza della Regione Siciliana ha infatti elaborato il progetto di fattibilità tecnica ed economica che prevede la realizzazione di due nuovi corpi, uno a monte e l’altro a valle, destinati a ospitare parcheggi, nuovi servizi e una elisuperficie in grado di rispondere con tempi di intervento molto rapidi alle situazioni di emergenza.

La Struttura voluta dal governatore Nello Musumeci e diretta da Leonardo Santoro ha impresso in tal modo una significativo impulso a un iter arenatosi nel 2012 e che può ripartire con tempi definiti e obiettivi precisi, facendo compiere al nosocomio un ulteriore salto di qualità.

«Quello redatto dai nostri tecnici – spiega il presidente Musumeci – è un progetto che porta in dote tutta quella funzionalità che finora è mancata a una struttura sanitaria di così alto livello. Si potrà, infatti, ovviare alla cronica carenza di posti auto e alle strutturali deficienze che riguardano l’accessibilità, rendendo un servizio adeguato ai cittadini che raggiungono l’ospedale di contrada Sirina. L’elipista, inoltre, andrà a colmare un vuoto e a soddisfare un’esigenza che si avverte continuamente».

In particolare, la piazzola per l’elisoccorso sarà realizzata nel corpo a monte composto da sette piani e dove, tra l’altro, troveranno spazio anche un centro direzionale, alcuni locali per ospitare i familiari dei degenti, una cucina con self-service e un auditorium. Sette piani anche per il fabbricato a valle che sarà adibito a parcheggio. Potrà contenere fino a 283 auto e 76 motocicli. L’impegno di spesa previsto è di oltre 26 milioni e mezzo di euro.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati