ASP e Ospedali

L'annuncio

Ospedale di Petralia Sottana, dopo una lunga attesa al via i tunnel di sanificazione

Sono entrate in funzione le due tensostrutture finora mai utilizzate a causa dei danni provocati dal maltempo. Ripristinate e collocate in un'area meno esposta, sono utilizzate per ambulanze e operatori.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Dopo mesi di attesa sono entrate finalmente in funzione le due tensostrutture mai utilizzate dell’Ospedale “Madonna dell’Alto” di Petralia Sottana. Diverse polemiche erano state sollevate dalla comunità madonita per il mancato utilizzo dei due tunnel di sanificazione per ambulanze e personale impegnati nel trasporto di pazienti postivi al Covid-19, costati all’Asp di Palermo 29.215,83 euro.

Il direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, ha fatto sapere ad Insanitas che l’impianto di Petralia non era stato utilizzato a causa dei danni provocati alla struttura dal maltempo, sia subito dopo la prima installazione, che in seguito alla successiva riparazione. «I tunnel sono stati ripristinati e ricollocati in un’area dell’Ospedale, al livello–1 della struttura, meno esposta agli agenti atmosferici– ha precisato- Dopo il montaggio ed il collaudo di venerdì scorso, i tunnel sono utilizzabili sia per i mezzi che per gli operatori. Le prime ambulanze sono già state sanificate».

I tunnel di sanificazione di Petralia vanno ad aggiungersi a quelli dell’ospedale “Cimino” di Termini Imerese e al “Civico” di Partinico costati anch’essi circa trentamila euro ciascuno.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche