Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
covid hospital partinico coronavirus ospedale partinico

ASP e Ospedali

Cornee, reni e fegato

Ospedale di Partinico, prelievo multiorgano da un’anziana

Cornee, reni e fegato da un una donna di 72 anni vittima di un'emorragia cerebrale inoperabile.

Tempo di lettura: 2 minuti

È stata una notte di intenso lavoro all’Ospedale di Partinico con l’obiettivo di dare speranze e prospettiva di vita a pazienti complessi in attesa di un trapianto.

Un gesto d’amore e d’altruismo che ha permesso ad un’articolata equipe chirurgica di prelevare cornee, reni e fegato da un una donna di 72 anni vittima di un’emorragia cerebrale inoperabile.

Dopo il periodo di osservazione obbligatorio per legge e la verifica della morte cerebrale da parte del Collegio medico costituito dal Dirigente Medico di direzione sanitaria del Presidio, Bartolomea Sgrò, il prelievo è stato effettuato all’Ospedale di Partinico dove la donna era ricoverata in Rianimazione.

“Era una donna che aveva dedicato gran parte della sua vita all’amore verso il prossimo- ha sottolineato il Direttore dell’UOC di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale, Mario Milia– i familiari, interpretando la volontà della congiunta, hanno espresso il consenso al prelievo degli organi. L’intera equipe sia medica che infermieristica che si è alternata in sala operatoria ha confermato le riconosciute capacità professionali oltre ad una sensibilità non indifferente”.

Il prelievo, effettuato nel complesso operatorio dell’Ospedale di Partinico, ha avuto inizio a mezzanotte ed è terminato poco dopo le 9 di questa mattina. C’è stato un continuo contatto e coinvolgimento di Bruna Piazza, responsabile del coordinamento operativo del Centro Regionale Trapianti.

In sala operatoria si sono alternate 2 equipe chirurgiche, coadiuvate dagli anestesisti dell’Ospedale di Partinico, Petra Slavikova, Mariano Milana, Giuseppe Aiello e Mario Alaimo e dal personale infermieristico di sala operatoria, Nicola Galati e Giovanna Saputo.

I chirurghi dell’Ismett hanno effettuato il prelievo dei reni e del fegato, mentre sulle cornee è intervenuto un oculista dell’Azienda Ospedaliera “Villa Sofia-Cervello”.

Il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, ha “espresso gratitudine ai familiari della donatrice che, in un momento di grandissimo dolore, hanno fatto una scelta di altruismo e generosità. Un sentito ringraziamento va anche al personale dell’Ospedale di Partinico ed all’intera equipe chirurgica che hanno dimostrato professionalità, competenza e spirito di integrazione multidisciplinare”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati