black out vigilantes incendio

Ospedale di Partinico, dopo l’incendio nel refettorio è ripresa l’attività sanitaria

23 Maggio 2019

Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura.

 

di

Da questa notte poco dopo l’una è ripresa la normale attività del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) dell’Ospedale Civico di Partinico, all’interno del quale ieri sera sono andati a fuoco alcuni suppellettili del refettorio.

Immediatamente è scattato l’allarme antincendio che ha allertato sullo stato di pericolo: i 14 pazienti ricoverati sono stati subito trasferiti in altri strutture del nosocomio. Non ci sono stati feriti o intossicati, né tra i pazienti, né tra gli operatori.

Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha consentito di circoscrivere le fiamme al solo locale del refettorio. Sono intervenuti altresì le forze dell’ordine a garanzia dei controlli di sicurezza.

Domato l’incendio e ricevuta l’autorizzazione dei vigili del fuoco, i pazienti sono stati riaccompagnati nelle stanze di degenza dell’SPDC, che non sono rimaste danneggiate dall’incendio.

Nella tarda mattinata di oggi (alle ore 13 circa) un paziente ricoverato, sempre nel Servizio Psichiatrico dell’Ospedale di Partinico, è deceduto per cause che, in base a quanto accertato dal rianimatore e dai medici intervenuti, risultano estranee all’incendio di ieri sera.

La Direzione strategica dell’Asp sta esaminando, congiuntamente con i familiari del deceduto, la possibilità di un riscontro diagnostico che possa fugare qualunque dubbio.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV