Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Incontro con il direttore sanitario dell'Asp

Ospedale di Giarre, l’annuncio di Crocetta: «Vogliamo riaprire il Pronto soccorso»

Il governatore ha incontrato il direttore sanitario dell'Asp di Catania: «La decisione di chiusura di servizi importanti già presenti presso quel nosocomio, decisa dai precedenti governi, mi è parsa troppo rapida e non sufficientemente pesata». Previsto un vertice con Gucciardi per rivisitare quel piano in scadenza a fine anno.

Tempo di lettura: 2 minuti

In seguito ai fatti registratisi negli ultimi tempi presso il  pronto soccorso di Acireale, che hanno riguardato cittadini dell’area di Giarre, il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, ha avuto oggi  un lungo incontro con il direttore sanitario dell’Asp di Catania, Franco  Luca.

In un comunicato stampa inviato dalla presidenza della Regione, si sottolinea: «Sono state evidenziate alcune criticità relative  alla rete predisposta dal precedente governo, che non ne ha valutato sufficientemente le criticità. Emerge l’aspetto delle distanze, delle  difficoltà di collegamenti e delle distribuzioni territoriali dei servizi da  assicurare ai cittadini.

A tal fine il presidente, insieme all’assessore alla  Salute, Baldo Gucciardi, organizzerà la prossima settimana un vertice a Palermo al fine di incardinare una rivisitazione del piano, in scadenza il 31 dicembre  2016, che sia in grado di rispondere a una distribuzione più razionale dei  servizi e dei posti letto nel catanese con una risposta di maggiore prossimità alle esigenze di salute dei cittadini.

«La decisione di chiusura di servizi importanti già presenti presso l’ospedale di Giarre, decisa dai precedenti governi- ha affermato Crocetta- mi è parsa troppo rapida e non  sufficientemente pesata, in relazione al fabbisogno della popolazione che insisteva su quell’ospedale e a cui va data una risposta. Credo si possa  ottimizzare la rete, prevedendo un piano di distribuzione più dettagliato, senza nuocere ad altre strutture ospedali. Bisogna elaborare un piano  ragionevole di riapertura dell’ospedale di Giarre e conseguentemente del pronto soccorso».

«Nessuno però attribuisca la volontà di chiudere Giarre al mio  governo, che invece- conclude il presidente- sta affrontando il tema della  riapertura».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati