Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
ospedale umberto I paziente arresto cardiaco ecografo stanza relax malattie infermieri

ASP e Ospedali

La lettera di una donna

Ospedale di Enna, salvata dopo l’arresto cardiaco: «Sono ancora viva grazie a chi mi ha soccorso»

Una donna ha inviato una lettera all'Asp per ringraziare medici, infermieri e 118.

Tempo di lettura: 2 minuti

ENNA. Un caso di buona sanità, con tanto di ringraziamento a tutti gli operatori sanitari dell’Ospedale Umberto I che le hanno salvato la vita. Mittente, con una lettera indirizzata alla Direzione dell’ASP di Enna, la signora C. A. di Pietraperzia.

Ecco il testo della missiva:

«La scrivente descrive l’accaduto così come riferito dai propri familiari. Giorno 1 febbraio scorso verso le ore 18,30 mi sono recata, insieme a mio marito, presso il Presidio Ospedaliero Umberto I° di Enna per fare visita ad una parente, ma giunta davanti le scale mi sono accasciata andando in arresto cardiaco; i passanti vedendo cosa era successo si sono allertati a chiamare un medico del Pronto Soccorso e il 118, mi risulta che sono intervenuti entrambi e con molta solerzia, impegno professionale e competenza, salvandomi la vita».

«Dal Pronto Soccorso è intervenuta la Dr.ssa Caruso a cui va la mia particolare riconoscenza e immensa gratitudine, come pure al Personale del 118 in servizio quel pomeriggio. Un grazie particolare va ad una ragazza, di cui non conosco il nome,che con immediatezza si è recata al Pronto Soccorso chiedendo con veemenza di intervenire in mio aiuto, come pure a tutte le persone che si sono prestate a chiamare il 118».

«Un grazie va pure a tutto il Personale medico e paramedico presente al pronto soccorso per l’assistenza prestatami contribuendo a ridarmi la vita. Sono poi stata trasferita presso il Presidio Ospedaliero “ S. Giovanni Di Dio” di Agrigento dove ho continuato le cure del caso con esito positivo».

«Ho ritenuto opportuno segnalare per iscritto la buona sanità sperimentata perché è confortante in delicati momenti della propria esistenza incontrare simili persone , che svolgono la loro opera con efficienza ed impegno, competenza e dedizione, onorando la loro professione”.

«Questo dimostra che nel nostro territorio,oltre alle mancanze ed inefficienze del sistema sanitario, c’è anche una buona sanità che opera con alti livelli di professionalità condotta da bravi medici e infermieri , impegnati quotidianamente con grande umanità, serietà e capacità. Ancora una volta grazie a nome mio e dei miei familiari».

«A tutti desidero augurare buon proseguimento di lavoro con entusiasmo, amore, serenità e dedizione».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati