Dal palazzo

Il caso

Ospedale di Barcellona, Galluzzo: «Urge riconvertirlo no-Covid, l’assessore rispetti gli impegni presi»

Il deputato di FdI: "Il presidente Schifani si faccia carico di una situazione che ha oltrepassato ormai ogni limite».

Tempo di lettura: 1 minuto

«A distanza di un mese e mezzo dagli impegni annunciati dall’Assessore regionale alla sanità, Giovanna Volo, riguardo alla situazione inerente l’Ospedale Cutroni Zodda di Barcellona, dove è stato compiuto un enorme sacrificio da parte di tutta la cittadinanza, oltre che dal personale sanitario che si è prestato eroicamente nel contrasto all’emergenza sanitaria da Covid19, non si conoscono i risvolti delle azioni e degli impegni che l’Assessorato alla salute ha preso di fronte alla Commissione competente, nel corso dell’audizione all’Ars richiesta dal sottoscritto».

A dichiararlo è il parlamentare regionale di Fratelli d’Italia, Pino Galluzzo, che è intervenuto sulla situazione di stallo in cui versa il nosocomio del Longano, ancora asservito a Covid-Hospital. «Pertanto, ritengo opportuno rivolgermi al Presidente della Regione siciliana, Renato Schifani, perché si faccia carico di una situazione che ha oltrepassato ormai ogni limite- aggiunge il deputato- Al più presto, infatti, farò presente al Governatore la gravità e l’immobilismo sul punto da parte del suo assessore, affinché si possa accelerare l’iter per la riconversione e fare chiarezza su una situazione paradossale».

Infine, Galluzzo sottolinea: «A tutt’oggi, inspiegabilmente, non risulta esitata dall’Assessorato regionale alla salute neanche la pianta organica dell’Asp di Messina, unica amministrazione sanitaria a non disporre di questo importante strumento».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche