ASP e Ospedali

Il resoconto

Ospedale dei Bambini, ecco le iniziative nella Giornata Mondiale contro l’Epilessia

Sono state organizzate dalla UOC di Neuropsichiatria Infantile diretta dal dottor Giuseppe Santangelo, Centro di Riferimento Regionale per le Epilessie Rare.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. L’UOC di Neuropsichiatria Infantile diretta dal dottor Giuseppe Santangelo, Centro per l’Epilessia e Centro di Riferimento Regionale per le Epilessie Rare, ha organizzato come ogni anno in occasione della Giornata Mondiale contro l’Epilessia che quest’anno si è celebrata il 12 febbraio, delle iniziative all’interno dell’Ospedale Pediatrico Di Cristina.

Un’occasione per sensibilizzare e far conoscere alle persone una patologia neurologica che può essere curata e attorno alla quale è ancora forte lo stigma. Si tratta di una patologia molto diffusa con una prevalenza nella popolazione soprattutto pediatrica che si aggira fra lo 0,5 e 11%.

La malattia ha un impatto sociale ed economico importante al punto che il Parlamento Europeo nel 2011 ha incoraggiato gli Stati membri a promuoverne la ricerca e diffonderne la conoscenza così da facilitare l’accesso alle cure. Una malattia che, però, incontra ancora barriere culturali e sociali che possono essere allontanate solo attraverso la sua conoscenza avendo oggi strumenti diagnostici e terapeutici innovativi.

Ed è proprio per facilitare l’accesso alle cure e contribuire al superamento dello stigma nei confronti di chi ne soffre, che è stata ideata la Giornata Internazionale dell’Epilessia che si celebra ogni secondo lunedì di febbraio. Il presidio Di Cristina è stato illuminato di viola, colore scelto dalla Lega Internazionale.

Un punto informazione a disposizione degli utenti per fornire tutte quelle indicazioni utili a conoscere la patologia e le terapie più recenti e rispondere alle domande degli utenti e dei familiari è stato tenuto dai dirigenti medici e dai medici in formazione della Unità Operativa presso il secondo piano del padiglione centrale dalle 10.30 alle 12.30 di lunedì 12 febbraio.

L’Epilessia è una condizione eterogenea e complessa nella quale sono stati fatti molti progressi sia in campo diagnostico che terapeutico. Gli studi di genetica molecolare hanno chiarito l’origine di alcune forme di epilessia focale e generalizzata, a esordio nell’infanzia e in età adulta, mentre in casi più rari può emergere unanomalia dello sviluppo delle reti neuronali o un’eziologia autoimmune.

Ad ogni modo un’attenta anamnesi ricostruita dal paziente e/o da un testimone all’evento è il fattore cardine per una diagnosi accurata. Èimportante affidarsi al proprio medico Ie alla valutazione di specialisti esperti per ridurre il rischio di diagnosi errata.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche