Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
burattini

ASP e Ospedali

Quattro spettacoli

Ospedale dei Bambini, arriva il teatro dei burattini per allietare i piccoli pazienti

È questo l'obiettivo del progetto giunto alla seconda edizione, che prevede un ciclo di quattro incontri organizzati all'interno dell'Ospedaliero Pediatrico "Giovanni Di Cristina".

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Portare sorrisi e attimi di gioia in un luogo di preoccupazione e sofferenza. La Compagnia “Teatro degli Spiriti” con i suoi spettacoli e i suoi burattini, pensati e costruiti a mano uno per uno, porta così il teatro dentro il Polo Ospedaliero Pediatrico di Palermo (conosciuto come l’Ospedale dei Bambini) per permettere ai bambini di svagarsi e di dimenticare, per un po’, la loro malattia e ai genitori di rilassarsi e di distrarsi.

Un momento creativo e ri-creativo, di condivisione tra i piccoli pazienti, i loro familiari e tutto il personale ospedaliero. È questo l’obiettivo del progetto giunto quest’anno alla seconda edizione: “Burattini in Ospedale”, che prevede un ciclo di quattro incontri organizzati all’interno dell’Ospedaliero Pediatrico “Giovanni Di Cristina” con il patrocinio del Comune di Palermo. Il teatro di figura, e nello specifico il teatro di burattini, è la primaria e istintiva forma di teatro. Il teatro è racconto.

I bambini ricoverati nei presidi ospedalieri non hanno la possibilità di accedere alla città e alle sue attività: proprio da questa riflessione nasce questo progetto, che si configura come un momento di incontro per i piccoli utenti che per diversi motivi sono ricoverati nelle strutture ospedaliere. Il Polo Pediatrico “Giovanni Di Cristina” è un punto di riferimento per tutta la regione anche per malattie a media e a lunga degenza.

I pazienti si trovano in una momentanea condizione di non accesso alla città: con il naso puntato al vetro la osservano in silenzio, e se i piccoli degenti dell’ospedale non possono entrare nella città, la città potrebbe entrare in mezzo a loro. L’iniziativa dunque rappresenta un’opportunità, un modo per scardinare e ridurre la distanza tra i bambini ricoverati e il resto del mondo circostante e permette ai piccoli degenti di sentirsi meno emarginati e partecipi della vita sociale cittadina.

“Vivere un percorso di ospedalizzazione è un aspetto quasi del tutto imprescindibile per l’essere umano che è costretto a scoprire la sua fallibilità, la sua fragilità e deve fare i conti con il proprio corpo ammalato- spiega Vito Bartucca della compagnia Teatro degli Spiriti – Portare il teatro in ospedale vuol dire regalare un momento di evasione dalle lente e interminabili ore tra un pasto e una terapia, interrotte da un corto circuito, un momento di festa, un momento di creazione in cui i ruoli rigidi vengono disinnescati. Lo spettacolo per attore e burattini diventa momento di socializzazione, di unità e di uguaglianza. Perché che cos’è il teatro se non la vita che scorre? Anche dentro ad un ospedale pediatrico”.

Saranno quattro gli spettacoli per attore e burattini, nel mese di marzo, sempre alle 15.30, prenderanno forma in uno spazio teatrale inconsueto e libero: l’atrio del 2° piano del Polo Ospedaliero Pediatrico “G. Di Cristina” diverrà sala teatrale, spazio ludico-creativo e luogo di socializzazione tra i genitori, tra i piccoli degenti e il personale ospedaliero.

Giovedì 1 marzo – Bianca Cipudda
Martedì 13 marzo – Cappuccetto rosso e il lupo birichino
Giovedì 22 marzo – Il Principe Ranocchio
Giovedì 29 marzo – Gino Melino e la parola magica

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati