Ospedale Civico, stabilizzazione completata per i precari storici. E c’è chi fra poco andrà in pensione

14 Ottobre 2016

«È una giornata bellissima- ha detto il dg Giovanni Migliore- Sono stati necessari dei passaggi in più e li abbiamo fatto penare un po’, ma tutto è stato fatto per tutelare la loro posizione lavorativa. Non avremmo mai permesso che qualcuno potesse fare ricorso nei loro confronti. Appena abbiamo avuto la certezza, sono arrivate le firme che avevamo promesso”.

 

di

PALERMO. «Ora la festa è completa». Accoglie con il solito sorriso il direttore generale del Civico Giovanni Migliore, gli ultimi 20 precari che hanno appena realizzato il loro sogno: quello di firmare il contratto a tempo indeterminato. Tra questi c’è chi praticamente nel giro di qualche mese andrà in pensione, «ma è una gioia che desideravo provare da troppo tempo», dice una signora.

Dopo i 14 della scorsa volta, ora si completa il quadro con la firma degli ultimi 20: «È una giornata bellissima- ha detto Migliore- Sono stati necessari dei passaggi in più e li abbiamo fatto penare un po’ di più, ma tutto è stato fatto per tutelare la loro posizione lavorativa. Non avremmo mai permesso che qualcuno potesse fare ricorso nei loro confronti. Appena abbiamo avuto la certezza, sono arrivate le firme che avevamo promesso».

C’è chi ci scherza su, chi fa i selfie, chi fa un discorso e ringrazia Migliore in primis, ma anche il sindacato Fials che ha “combattuto” e tanto per i lavoratori e chi prima di entrare nel salone dove si apporranno le firme fa il segno della Croce: «Ho pregato tutti i giorni per questo- dice un ex precario- Ogni giorno da quasi 20 anni. Ma ce l’abbiamo fatta».

«Per noi questo è un momento bellissimo- dicono Enzo Munafò segretario regionale Fials e Mario Di Salvo segretario aziendale Civico Fials- I primi ringraziamenti dobbiamo farli all’amministrazione del Civico che si è impegnata per arrivare a questo splendido risultato, ma anche ai colleghi che hanno sostenuto il nostro percorso di “battaglia”. Ora pensiamo al personale precario dell’area sanitaria. Loro sono circa 300. Faremo il massimo anche per loro».

«Siamo estremamente contenti per questo traguardo- conclude Migliore- Un obiettivo che ci eravamo prefissati fin dal primo giorno e quindi, per noi, è anche motivo di gioia averlo raggiunto. Era giusto dare merito a questi lavoratori che in tutti questi anni hanno contribuito con il loro lavoro a rendere migliore anche l’ospedale Civico».

(Qui di seguito le foto di Vincenzo Ganci)

  • Giovanni Migliore

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV