ASP e Ospedali

L'annuncio

Ospedale Cervello, Roberta Fedele alla guida della “Medicina Trasfusionale e dei Trapianti”

Il dg Walter Messina sottolinea: "Continua la riorganizzazione di unità strategiche e l'arruolamento di professionisti di alta levatura per garantire elevati standard di qualità assistenziale".

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Per 5 anni la dott.ssa Roberta Fedele guiderà l’unita operativa complessa di Medicina Trasfusionale e dei Trapianti dell’ospedale “Cervello”, dell’azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello” di Palermo.

“Continua – commenta Walter Messina, direttore generale dell’Azienda “Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello” di Palermo – la riorganizzazione di unità strategiche e l’arruolamento di professionisti di alta levatura per garantire elevati standard di qualità assistenziale ai nostri pazienti “.

Fedele, laureatasi presso l’Università degli Studi di Messina e specializzatasi in “Allergologia e Immunologia Clinica”, vanta anche un dottorato di ricerca in “Immunologia Sperimentale Internazionale” e diversi stage all’estero e in Italia, dal “Karolinska Institutet” di Stoccolma in Svezia, al National Cancer Institute di Bethesda, MD, USA, all’Ospedale “Niguarda” di Milano, Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma, presso il Dipartimento di Medicina Trasfusionale o formazione Centro di Biotecnologie – Laboratorio Cellule Staminali e Terapie Cellulari.

Neo coordinatore SIDEM (Società Italiana di Emaferesi e Manipolazione Cellulare) della regione Sicilia, ha alle spalle un qualificante percorso professionale presso l’Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli di Reggio Calabria, oggi Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” nel settore Ematologia con Trapianto (CTMO) e Laboratorio di Manipolazione Cellulare.

Già direttore dell’UOC di Medicina Trasfusionale presso l’Azienda Ospedaliera “Papardo” di Messina: unità che, sotto la sua direzione, è stata nominata “Blood Establishment capofila dei Servizi Trasfusionali” della Regione Siciliana per partecipare al progetto europeo “Emergency Support Instrument (ESI) funding application” (progetto approvato e finanziato dalla Commissione Europea). Ha contributo alla preparazione, esecuzione e gestione del follow up di oltre 800 trapianti di cellule staminali emopoietiche, di cui oltre 240 allogenici (oltre 145 da donatore familiare HLA compatibile, oltre 40 da donatore familiare aplotipoidentico, oltre 55 da donatore volontario da registro) e oltre 560 autologhi.

Ha, inoltre, effettuato tra l’altro – oltre 500 collezioni di cellule staminali da sangue periferico con staminaferesi; oltre 560 procedure di fotochemioterapia extracorporea; 9 espianti di midollo osseo; 160 infusioni di linfociti allogenici.

Fedele, già componente del Comitato di supporto Tecnico-Scientifico del Centro Regionale Sangue e del ” Gruppo di lavoro per la revisione dei requisiti autorizzativi specifici per l’esercizio delle attività sanitarie e per l’organizzazione dei corsi di formazione in materia” , nonché del “Gruppo di lavoro dei responsabili dei Servizi Trasfusionali identificati dalla nostra Regione per la raccolta del plasma iperimmune da convalescente (TSUNAMI study” prot. DASOE/6/24084), è stata revisore scientifico per le riviste ” Expert Opinion on Hematology” e per ” Clinical Experimental Medicine”.

Coautrice di oltre 130 abstract per congressi nazionali e internazionali e di diverse pubblicazioni su riviste impattate. Vincitrice, per la presentazione di un lavoro scientifico, di “Case Report Presenter Grant” all’EBMT (Gruppo Europeo per i Trapianti di Midollo Osseo) Complications and Quality of Life Working Party Educational Course “Thinking Outside the Box: Going beyond Survival after Stem Cell Transplant” e vincitrice del premio di studio “Caminiti”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche