Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
culla per la vita

ASP e Ospedali

Pronto soccorso pediatrico

Ospedale Cervello, nasce la “Culla per la vita” contro l’abbandono dei neonati

La terza istituita a Palermo dopo quella dell’Ospedale Civico e del Movimento per la Vita nel quartiere Noce.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Nasce all’Ospedale Cervello, all’interno del Pronto soccorso pediatrico, la Culla per la Vita, struttura dove poter lasciare i neonati in regime di sicurezza, in assoluto anonimato, contrastando così il triste fenomeno dell’abbandono che spesso le cronache raccontano.

È la terza istituita in città dopo quella dell’Ospedale Civico e del Movimento per la Vita nel quartiere Noce. La culla termica è stata donata all’Azienda Villa Sofia-Cervello su iniziativa del Rotary Palermo Parco delle Madonie, in collaborazione con altri dodici Rotary di Palermo e provincia, con due club Inner Wheel e il Lions Palermo Normanna.

Stamane al Cervello la cerimonia di consegna alla presenza del Commissario di Villa Sofia-Cervello, Maurizio Aricò, del Direttore Sanitario, Pietro Greco, di Rosanna Turrisi del Rotary Palermo Parco delle Madonie, promotrice dell’iniziativa, di medici e operatori sanitari, fra i quali Patrizia Ajovalasit (direttore del Pronto soccorso pediatrico) e dei rappresentanti dei Rotary, di Inner Wheel e Lions che hanno contribuito all’iniziativa.

La culla termica, appositamente riscaldata per scongiurare l’ipotermia del neonato, è facilmente accessibile per mamme e genitori che vogliono lasciare il neonato senza che possa subire danni fisici, senza essere visti.

Dopo aver lasciato il neonato, premendo un pulsante, un dispositivo di allarme scatta dopo una quarantina di secondi avvertendo il personale sanitario che è stato lasciato un neonato, dando nel frattempo la possibilità ai genitori di allontanarsi senza essere riconosciuti.

Parole di apprezzamento per i donatori della Culla sono state espresse da Aricò che ha anche sottolineato il forte valore sociale ed etico dell’iniziativa.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati