Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Lo fa sapere la deputata Caronia

Ospedale Cervello, in rampa di lancio i lavori per cento posti letto Covid

La deputata regionale Marianna Caronia: «Proprio oggi, secondo quanto mi ha comunicato l'assessore Razza, è stato sottoscritto il contratto con la ditta appaltatrice che dovrà dare immediato inizio all'adeguamento del quinto e sesto piano».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Cominceranno nei prossimi giorni e proseguiranno a ritmi serrati anche con doppi e tripli turni i lavori per l’adeguamento del quinto e sesto piano dell’Ospedale Cervello destinati ad ospitare cento posti letto per malati Covid».

Lo fa sapere la deputata regionale Marianna Caronia, sottolineando che la rassicurazione dall’Assessorato regionale per la salute è arrivata stamattina dopo che lei ieri sera all’Ars aveva sottolineato i ritardi nel trasferimento dei fondi da parte della Protezione Civile nazionale lamentando «una differenza di trattamento verso le regioni del Nord, dove gli interventi si sono spesso già conclusi, e la Sicilia».

Proprio oggi, secondo quanto comunicato dall’assessore Razza alla Caronia, è stato sottoscritto il contratto con la ditta appaltatrice che dovrà dare immediato inizio ai lavori.

«In un momento così delicato, con migliaia di nuovi casi ogni giorno in Sicilia- ha detto Caronia- l’intervento sull’edilizia sanitaria dedicata al Covid non è rinviabile e adesso siamo certi che l’anticipazione delle somme da parte del Commissario avverrà in pochi giorni. A fronte dei grandi sacrifici che la sanità siciliana e tutti gli operatori sanitari hanno fatto e stanno facendo, basti pensare al recente trasferimento del reparto di Ostetricia del Cervello così come quelli legati al Pronto soccorso pediatrico, lo Stato deve supportare questo sforzo. Altrimenti sarebbe insopportabile che il Governo nazionale da un lato ci impone scelte finanziarie urgenti e dall’altro non interviene con adeguata rapidità sul fronte del Covid. Cento posti letto Covid in questo momento di emergenza potrebbero fare la differenza, non certo rispetto ai disagi dovuti allo spostamento di reparti, ma sicuramente rispetto allo sforzo che si sta facendo per contrastare l’emergenza dei contagi».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati