Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
protesi anca

ASP e Ospedali

Denominata "Amis"

Ortopedia, all’ospedale Maggiore tre interventi chirurgici con un’innovativa tecnica mininvasiva

Sono stati effettuati su pazienti affetti da coxartrosi all'anca dall'equipe guidata da Alfio Catalano, con la presenza di Cesare Faldini dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Tempo di lettura: 2 minuti

Tre interventi chirurgici sono stati effettuati, su pazienti affetti da coxartrosi all’anca, tramite un’innovativa tecnica chirurgica, nell’U.O.C. Ortopedia dell’ospedale Maggiore di Modica, direttore f.f. Alfio Catalano (nella foto).

I tre interventi sono stati eseguiti dall’equipe di Ortopedia del P.O. modicano, guidata dal dott. Catalano, con la presenza del prof. Cesare Faldini, dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. Infatti, il dott. Catalano ha appreso tale innovativa tecnica chirurgica effettuando stage formativi all’estero- Parigi- e all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Un’innovativa tecnica chirurgica mininvasiva detta AMIS Anterior Minimally Invasive – che si serve di una metodica che permette di eseguire un intervento di protesi all’anca per via mininvasiva anteriore e che riduce in maniera significativa il rischio di danneggiamento delle strutture periarticolari quali muscoli, tendini, vasi e nervi.

Tutto avviene in modo semplice standardizzato, riproducibile e sicuro, indipendentemente dal morfotipo del paziente, tramite l’utilizzo di uno strumentario dedicato, disegnato per minimizzare e semplificare i passaggi chirurgici.

«Questo innovativo sistema è stato sviluppato in collaborazione con Chirurghi Ortopedici di tutto il mondo- ha spiegato Catalano- con l’obiettivo di semplificare l’esecuzione della tecnica mininvasiva dell’anca permettendo di ridurre la permanenza ospedaliera, ridurre significativamente i tempi di riabilitazione, ridurre i rischi di lussazione, preservare il tono muscolare nell’immediato post operatorio, ridurre il dolore post operatorio, ridurre le perdite ematiche, velocizzare la ripresa delle attività quotidiane e ridurre le cicatrici».

______________________________________________________________________________

Siete interessati a pubbliredazionali (con testo, foto e/o video) o banner a pagamento su Insanitas?

Se relativi a corsi, congressi, convegni e simili potete contattare [email protected]

Negli altri casi potete contattare [email protected]

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati