fisioterapisti coronavirus

Dal palazzo

L'annuncio

Ordine dei fisioterapisti di Catania, Ragusa e Siracusa: ecco eletti e cariche

A presiedere il Consiglio Direttivo è Orazio Renato Meli, vicepresidente Antonino Parisi. Ecco gli obiettivi programmatici.

Tempo di lettura: 2 minuti

Si sono svolte nelle tre sedi provinciali le prime elezioni per il Consiglio Direttivo e del Collegio dei revisori dei conti dell’Ordine interprovinciale (OFI) della professione sanitaria di Fisioterapista di Catania, Ragusa e Siracusa. Nella prima seduta del Consiglio Direttivo, svoltasi il 17 aprile 2023, sono state attribuite le relative cariche.

Consiglio Direttivo

Presidente: Meli Orazio Renato. Vice Presidente: Parisi Antonino. Segretario: Mulè Enza. Tesoriere: Coltraro Giovanna Loriana.
Consiglieri: Bufalino Rita, Coli Christian, Cultrera Giuseppe, Di Rosa Teresa, D’Urso Valentina, Ganci Giovanni, Grecuzzo Roberto, La Terra Nunzio, Morello Giovanni, Lanteri Paolo e Torre Pietro Corrado

Collegio dei Revisori dei conti:

Componenti effettivi: Dott.ssa Burgio Sonia, Dott. Gieri Giacomo
Supplente: Dott. Coco Guglielmo

In coerenza con il programma proposto in occasione della campagna pre-elettorale, è intento del Consiglio direttivo fornire forte supporto per la crescita della professione attraverso azioni orientate alla difesa dell’autonomia e della responsabilità del Fisioterapista, alla promozione della cultura della fisioterapia, alla valorizzazione dei contributi e allo sviluppo di collaborazioni con gli iscritti promotori di iniziative a favore della professione ed alla diffusione delle lodevoli iniziative professionali e culturali provenienti dai giovani Fisioterapisti.

Attraverso queste azioni si intende sensibilizzare le istituzioni interessate e i cittadini affinché possa crescere la consapevolezza dell’importanza della figura del Fisioterapista, sia nella fase di cura in ospedale, ma anche nell’ambito del territorio per l’assistenza riabilitativa a favore della disabilità, fragilità/non autosufficienza, cronicità, ma senza tralasciare, in una visione anticipatoria e proattiva, l’ambito degli interventi rivolti alla prevenzione.

Un’attenzione particolare vuole essere dedicata al contrasto di fenomeni che danneggiano la professione, quali l’abusivismo della professione di fisioterapista, piaga dilagante nel territorio e preoccupante condizione di rischio per i pazienti, il mancato riconoscimento dell’equo compenso nel lavoro dipendente e nella libera professione, anche utilizzando strategie di comunicazione continua ed efficace verso gli iscritti, le istituzioni e i cittadini.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche