Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Ecco le cariche

Opi Palermo, i nuovi vertici si insediano all’insegna della “Svolta”

Assegnate le cariche dopo le elezioni che hanno visto la plebiscitaria vittoria della Lista "La Svolta". Il presidente sarà Antonino Amato, il vice Giuseppe D'Anna.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Eletti i nuovi vertici dell’Opi Palermo: gli incarichi sono stati assegnati durante l’insediamento successivo alle elezioni che si sono svolte nei giorni scorsi. A trionfare è stata la lista “La Svolta” archiviando così la gestione di “Siamo Opi”.

Antonino Amato, responsabile personale comparto Asp Palermo, è stato nominato nuovo presidente Opi: «Nel nostro programma elettorale abbiamo fissato 10 obiettivi, il primo è la riduzione delle tasse, ovvero del contributo che viene dato annualmente da ogni iscritto- ha dichiarato- Poi proseguiremo con gli altri punti programmatici che riguardano la professione e quindi la figura infermieristica vista a 360 gradi, cercando di migliorare il rapporto tra infermiere e cittadino nonché quello con le istituzioni».

Rapporti già migliorati grazie alla riforma legislativa che ha ridefinito i parametri di accesso alla professione infermieristica, come ha precisato il nuovo vice presidente Opi, Giuseppe D’Anna, direttore della didattica professionalizzante nel corso di laurea in Infermieristica clinica all’UniPa.

Giuseppe D’Anna e Antonino Amato

«La normativa recentemente è stata cambiata, da Ipasvi siamo diventati Opi, quindi prima si trattava di un collegio in cui confluivano tutte le professioni e il cui accesso è previsto con il diploma, negli Ordini professionali invece si accede con laurea. Dopo tanti anni abbiamo finalmente avuto questo riconoscimento. Pertanto questo eletto è ufficialmente il primo Opi con un mandato diverso, allargato a più figure professionali, che oltre al direttivo comprende, infatti, una commissione Albo infermieri e una di infermieri pediatrici con funzioni propositive rispetto al direttivo. Lavoreremo quindi in stretto contatto per migliorare tutto quello che è a favore della professione».

Il presidente Amato sottolinea: «Tra l’Ordine regionale e la Federazione nazionale credo ci sia un ottimo rapporto creato dai colleghi che ci hanno preceduti e noi continueremo su questa strada, con l’obiettivo di migliorare sempre più la figura e le condizioni di lavoro dell’infermiere».

Al di là delle parole di circostanza, nei confronti del direttivo precedente c’erano  malumori che sono venuti ampiamente fuori con i numeri registrati durante le votazioni: 27 posti su 27, infatti, sono stati ottenuti della lista “La Svolta”.

«Non lo definirei malessere ma voglia di cambiamento, di svoltare nel vero senso della parola e dare la fiducia ad altri componenti dell’Ordine per continuare un lavoro che anche i nostri colleghi hanno portato avanti: lo faremo con professionalità, dignità, etica e deontologia», ha promesso Amato.

 

Emanuele Bordonaro, Antonino Amato, Alfredo Guerriero e Giuseppe D’Anna

Soltanto i 5 pediatrici sono rimasti in mano alla vecchia gestione, in quanto non erano stati proposti candidati dalla lista ora vincente. Il presidente Amato, il vicepresidente D’Anna, il segretario Emanuele Bordonaro e il tesoriere Alfredo Guerriero sono stati eletti all’unanimità.

Su 6.600 iscritti hanno votato 3.094 e indiscrezioni vogliono che questa scelta sia stata operata soprattutto dai giovani infermieri: «I giovani hanno voluto la svolta perché loro sono quelli che propongono, che hanno bisogno di un cambiamento della professione, che marcano il cambiamento- ha rimarcato D’Anna- Un grande aiuto in questo senso è stata anche la mia attività di direttore della didattica infermieristica perché i ragazzi sono usciti da un percorso formativo all’interno dell’UniPa e ci conoscevano già. Evidentemente hanno apprezzato il lavoro che abbiamo fatto finora e hanno deciso di continuare a darci fiducia. Adesso abbiamo la grande responsabilità di continuare a mantenere questo rapporto».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati