Odontoiatri, il presidente nazionale Renzo: «Servono regole per l’accesso dei capitali»

29 Febbraio 2016

Si sono svolti a Roma gli Stati generali della professione. Il numero uno della Commissione Albo Odontoiatri: «La professione odontoiatrica non è un'impresa per la vendita di prodotti. Il rapporto medico-paziente va preservato a tutela del diritto alla salute della persona, in quanto principio non commerciabile».

 

di

Oltre 61 mila odontoiatri in Italia, vale a dire uno ogni 900 abitanti. E nei giorno scorsi a Roma la professione è stata protagonista degli Stati generali.

Tra i partecipanti il presidente nazionale della «Commissione Albo Odontoiatri», il messinese Giuseppe Renzo (nella foto), il quale ha sottolineato come obiettivi «l’accessibilità alle cure odontoiatriche, il sostegno alle fasce sociali più deboli e la tutela della salute del cittadino».

Non è mancato un riferimento alle società che gestiscono servizi sanitari. Renzo ha auspicato la «definizione di regole per l’accesso dei capitali, che se non controllato può in molti casi penalizzare il vero anello debole, il cittadino».

«La professione odontoiatrica non è un’impresa per la vendita di prodotti. Il rapporto di cura medico-paziente va preservato a tutela del diritto alla salute della persona, in quanto principio non commerciabile».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV