Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
odontoiatri

Dal palazzo

Primo impegno: "Lotta gli abusivi"

Odontoiatri di Caltanissetta, assegnate le cariche: Costa confermato presidente

Giuseppe Costa confermato alla presidenza della commissione per il triennio 2018/2020. Segretario George Terravecchia. Consiglieri: Maria Concetta Arcadipane, Maria Grazia Gammino e Francesca Maria Pugliese.

Tempo di lettura: 2 minuti

Contrasto all’esercizio abusivo della professione e alla pubblicità ingannevole a danno dei pazienti. Sono questi alcuni degli obiettivi della commissione albo Odontoiatri che nei giorni scorsi è stata rinnovata al termine delle elezioni per il rinnovo dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Caltanissetta.

Oggi s’è svolta la seduta per l’accettazione e l’assegnazione delle cariche elettive: Giuseppe Costa è stato riconfermato alla presidenza della commissione per il triennio 2018/2020. George Terravecchia è stato eletto segretario; i consiglieri sono Maria Concetta Arcadipane, Maria Grazia Gammino e Francesca Maria Pugliese. Costa e Terravecchia sono anche membri di diritto dell’esecutivo dell’Ordine dei Medici nisseno.

«Sono soddisfatto per l’esito delle votazioni che ha riconosciuto il lavoro svolto in questi anni dalla commissione e rafforza il percorso da proseguire per raggiungere gli obiettivi – dice il presidente Giuseppe Costa -. Va data priorità alla tutela della salute pubblica e alla difesa della professione odontoiatrica. Ecco perché puntiamo sull’aggiornamento professionale costante, sul contrasto verso chi pratica l’esercizio abusivo e lavora sotto prestanome e combattiamo la pubblicità ingannevole, che impazza anche sul web, dalla quale solitamente i pazienti sono ingenuamente attratti».
Secondo il presidente della commissione albo Odontoiatri dell’OMCeO Caltanissetta «il basso costo delle prestazioni pubblicizzate non corrisponde a una qualità delle cure effettuate. Un fenomeno che si inquadra nella violazione dell’illecito accaparramento dei pazienti e che causa danni iatrogeni ai quali è difficile porre rimedio. Spesso le vittime di questi danni hanno denunciato alla nostra commissione diversi casi di esercizio abusivo. La nostra categoria vuole impedire questo malcostume che ha pericolose ricadute sulla salute della comunità», conclude Costa.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati