Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

L'approfondimento

Nutrizione clinica del paziente oncologico, in Sicilia al via un nuovo “PDTA”

Tra coloro che hanno contributo all'elaborazione del documento c'è Rossella Guggino, rapppresentante regionale della SINPE (Società italiana di nutrizione artificiale e metabolismo).

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Sulla nutrizione clinica del malato oncologico in Sicilia è stato fatto un passo in avanti. Si ha maggiore consapevolezza di quanto sia necessario un approccio sempre più multidisciplinare con una linea di azione comune a tutti gli operatori sanitari. Questa visione unitaria si è concretizzata in un documento di indirizzo regionale pubblicato in Gurs il 19 marzo 2021: “Percorso nutrizionale nel paziente oncologico”, nell’ottica del PDTA (percorso diagnostico terapeutico assistenziale). Uno strumento che racchiude l’impegno di rappresentanti di società scientifiche e professionisti coinvolti nella gestione clinico-assistenziale e che mira, quindi, ad uniformare e agevolare i processi dell’organizzazione assistenziale. Vengono, infatti, potenziate sinergie e strategie di supporto, finalizzate all’implementazione del percorso nutrizionale, che favoriscano la qualità delle cure del paziente oncologico con criteri clinici uniformi e omogenei sul territorio.

«La nutrizione clinica è un supporto significativo e ha un ruolo decisivo. Possiamo considerarla per il paziente oncologico una sorta di “stampella”», precisa la Dott.ssa Rossella Guggino. Lei anestesista all’ospedale Cimino di Termini Imerese, impegnata negli ambulatori di Nutrizione Clinica dell’ASP Palermo, è un punto di riferimento per la nutrizione clinica in oncologia. Rappresentante in Sicilia per la SINPE (Società italiana di nutrizione artificiale e metabolismo), ha contribuito all’elaborazione del PDTA – Nutrizione Clinica. Da diversi anni, grazie alla sua attività, svolta con grande passione e non pochi sacrifici, si ha una maggiore e più completa conoscenza dell’importanza della nutrizione clinica sul territorio.

«Spesso non si comprende appieno il valore e il ruolo del nutrizionista clinico, le cui conoscenze e competenze sono frutto di anni di formazione e di esperienza. Purtroppo quando si sente parlare di miscele nutrizionali, ancora oggi si pensa erroneamente agli integratori, senza riflettere sul fatto che si è invece di fronte a patologie, come ad esempio quelle oncologiche, che possono addirittura determinare esiti clinici. E quindi bisogna sapere con esattezza cosa fare e come farlo: personalizzare, in maniera attenta e corretta, il supporto e il programma nutrizionale per il paziente, in base chiaramente alla tipologia di nutrizione, se questa quindi è orale, enterale, parenterale. Non è qualcosa che si può improvvisare, è una cosa seria».

Per il percorso nutrizionale nel paziente oncologico, attraverso il recente documento, si è guardato, in particolare, ad un modello di integrazione ospedale-territorio, che tenga conto, oltre al ruolo del medico esperto in nutrizione clinica, di ulteriori figure professionali di supporto, come il dietista, l’infermiere, il farmacista.

«Al PDTA hanno contribuito l’A.D.I. di Palermo, le farmacie territoriali e le mie Direzioni. Quest’ultime, nonostante le difficoltà del Covid, mi hanno incoraggiato in questo lavoro. La pandemia, di fatto, non ha fermato il servizio nei due ambulatori di nutrizione clinica: facciamo tutti quotidianamente grandi sforzi per continuare a garantire assistenza ai pazienti oncologici di cui stiamo purtroppo registrando un sostanziale aumento».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati