nursind sicilia

Dal palazzo

L'annuncio

Nursind-Cgs Sicilia, Calamia confermato segretario regionale

Ecco le altre cariche. Una task force raccoglierà le tante segnalazioni che giungono su casi di sovraccarico di lavoro e gravi disagi.

Tempo di lettura: 2 minuti

Il sindacato della sanità Nursind-Cgs dichiara guerra al lavoro usurante. Una task force a livello regionale raccoglierà le tante segnalazioni che giungono su casi di sovraccarico di lavoro e gravi disagi, per provare a tutelare gli operatori sanitari esposti al rischio di errori. È uno dei punti approvati all’ordine del giorno dal sindacato riunito ad Agrigento per il rinnovo dei vertici regionali.

All’unanimità Salvo Calamia è stato riconfermato segretario regionale. Vicesegretario Alfredo Guerriero, mentre Giuseppe Provinzano e Paolo Consiglio sono rispettivamente segretario amministrativo e responsabile della formazione regionale.

Le segreterie territoriali hanno inoltre concordato di proporre subito al nuovo assessore alla Sanità l’attuazione dei criteri e delle linee guida da fornire a tutte le aziende sanitarie per il reclutamento attraverso la procedura di stabilizzazione del personale covid avente diritto. Altro tema che sarà sottoposto al governo regionale sarà il pagamento, così come previsto dalla legge, del bonus covid pari a 1.000 euro per ogni mese di effettiva presenza durante la prima emergenza pandemica del 2020.

Grande attenzione è stata posta al malessere e ai disagi dei lavoratori a causa della carenza di personale. Da qui la battaglia sul tema delle assunzioni: il Nursind-Cgs lavorerà per sbloccare subito i concorsi e le mobilità in stallo, anche in ottica di potenziamento della rete domiciliare e applicazione della norma che prevede l’introduzione dell’infermiere di famiglia.

Salvo Calamia si è detto «pronto a continuare le tante battaglie di questi anni che hanno contribuito ad aumentare la fiducia dei lavoratori nella nostra sigla. Adesso si apre una nuova era di relazioni sindacali con la firma del contratto collettivo nazionale del lavoro, ci saranno molte sfide da affrontare, lo faremo con consapevolezza, capacità, determinazione e soprattutto confronto con tutte quelle forze sindacali che lo vorranno e che lo cercheranno. Questo non pregiudicherà la difesa dei diritti dei lavoratori, anzi ci darà la possibilità di essere presente in tutti i tavoli e in tutte quelle realtà ospedaliere portando proposte migliorative delle condizioni economiche e lavorative».
Nella foto, da sinistra: Alfredo Guerriero, Salvo Calamia, Giuseppe Provinzano e Paolo Consiglio.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche