medicina generale incarichi Top Doctors® Awards trinacria reparti comando avviso pubblico bando dirigenti medici

Nuovo bando per i medici in Sicilia, il plauso dell’Ugl: «Un passo avanti contro la carenza di personale»

1 ottobre 2018

Il sindacato regionale commenta così il recente decreto dell'assessore Razza che ha aumentato i posti disponibili per il corso triennale.

 

di

PALERMO. Riceve consensi l’aumento dei posti del concorso di medicina generale in Sicilia, deciso con un decreto dell’assessore Ruggero Razza.

«Qualcosa si sta iniziando a muovere dopo il nostro appello. Puntiamo ad un allargamento delle maglie ed alla pubblicazione di nuovi concorsi per superare l’emergenza della carenza di medici», dichiarano i segretari regionali siciliani delle federazioni Ugl medici e Ugl sanità, rispettivamente Raffaele Lanteri e Carmelo Urzì.

«L’apertura da parte dell’assessore Razza dei termini per l’accesso al corso in questione aumentando in Sicilia i posti di 76 unità è un piccolo passo in avanti che ci fa ben sperare visto che è stato fatto un altro passaggio al ministero tendente all’applicazione della nuova rete ospedaliera, tale da poter finalmente procedere ai concorsi ed al completamento degli organici», sottolineano i due sindacalisti.

Ed aggiungono: «Da mesi  ormai portiamo avanti la battaglia per ottenere un allargamento delle maglie in relazione ai numeri nella specializzazione per i neo laureati in medicina e per la medicina generale, perché sul territorio regionale e dell’intera nazione è sempre più emergenza in relazione alla disponibilità di medici, da qui al prossimo futuro».

Lanteri e Urzì sottolineano: «Dopo i primi segnali giunti a livello nazionale con la proposta del ministro della Salute sull’abolizione del numero chiuso nei corsi universitari per le professioni sanitarie, o una migliore riprogrammazione delle quote d’accesso, il nuovo input dato dall’assessore regionale è da cogliere con vivo apprezzamento. Si colloca in quella direzione volta al superamento dell’emergenza in atto che continuiamo ad auspicare, chiedendo anche la pubblicazione dei necessari bandi di concorso per la copertura delle piante organiche drammaticamente ancora vacanti».

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV