«Nuove regole sulle prescrizioni: la circolare del ministero della Salute è un passo in avanti»

29 Marzo 2016

Il plauso dell'Ordine dei medici di Messina al documento che sospende le sanzioni pecuniarie ai camici bianchi previste nel decreto sull'appropriatezza prescrittiva.

 

di

MESSINA. L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Messina manifesta «vivo apprezzamento al Ministro della Salute» per la circolare del 25 marzo con cui ha chiarito gli ambiti di applicazione del cosiddetto “Decreto appropriatezza” che aveva introdotto restrizioni sulle prescrizioni degli esami medici, aumentando il numero di quelli a pagamento.

Il tema è stato discusso anche da Insanitas, con un articolo sulle proteste degli Ordini dei medici relativamente a quel decreto, e un altro articolo incentrato sulla circolare del ministero.

«Rileviamo con soddisfazione – afferma Giacomo Caudo (nella foto), presidente dell’Ordine dei Medici di Messina- come la circolare indichi una chiara distinzione tra concetto di erogabilità di una prestazione rispetto a quello di appropriatezza clinica. Si supera così una criticità di fondo del decreto che introduceva, come fattore di limitazione della prescrivibilità di alcune prestazioni, i criteri riferiti all’appropriatezza».

Inoltre il presidente dell’Ordine dei medici messinese plaude alla sospensione del sistema sanzionatorio nei confronti dei camici bianchi se dovessero prescrivere esami che in base al recente decreto sarebbero invece a pagamento: «I medici avranno così restituita la loro serenità, a beneficio dei pazienti che potranno essere curati senza gli inevitabili condizionamenti».

«La circolare non ha certamente risolto tutti i problemi ma elimina difformità legate alle possibili diverse interpretazioni del decreto, garantendo l’erogabilità delle prestazione a favore dei malati oncologici, cronici ed invalidi».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV