Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Case di cura

L'annuncio durante l'assemblea generale dell'Aiop

Nuova rete ospedaliera siciliana, Gucciardi: «Firmato un decreto che corregge alcuni refusi»

L'annuncio dell'assessore regionale alla Salute durante l'assemblea generale dell'Aiop: «Come avevamo annunciato, una riforma così importante non può che essere in continua evoluzione».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Abbiamo appena firmato un decreto che corregge alcuni refusi presenti nel piano di riordino della rete ospedaliera siciliana. D’altra parte, come avevamo annunciato, una riforma così importante non può che essere in continua evoluzione».

Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute, durante l’assemblea generale dell’Aiop a Palermo (leggi qui gli altri articoli sull’evento) chiarisce ancora una volta come il decreto esitato lo scorso 31 marzo non sia scolpito sulla pietra: «Si tratta di uno strumento in progress che, nel rispetto dei limiti dei tetti di spesa, è pronto ad adeguarsi a quelle modifiche che si rendono necessarie, sia nel pubblico che nel privato. Fin dall’inizio questo piano di riordino è stato concepito così».

Il decreto che elimina alcuni refusi sarà pubblicato nei prossimi giorni nella Gurs e quasi certamente sarà seguito da altri provvedimenti analoghi.

«La nuova rete è già operativa- afferma ai nostri microfoni l’assessore (in alto a destra il video)- Questo ci consentirà fra qualche giorno di sbloccare le procedure di reclutamento del personale».

Poi Gucciardi parla del rapporto con la Sanità privata: «L’Aiop siciliana guidata da Barbara Cittadini ha capito l’importanza della sfida che abbiamo lanciato verso l’innovazione, per rendere più competitiva e virtuosa l’offerta sanitaria regionale, aumentando il livello di collaborazione fra pubblico e privato. Non sono mancati in questi mesi momenti di discussione, ma devo dire che ha sempre prevalso il buon senso e la capacità di anteporre al centro dell’attenzione l’interesse dei cittadini ed il buon funzionamento complessivo della rete sanitaria alle pur legittime istanze di parte».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati