Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

I dettagli

NeMo Sud, ecco l’esito del vertice tra Razza e la Uil

Il sindacato: «L'assessore ha ribadito la volontà di procedere all’internalizzazione dell’attività assistenziale. Inoltre c'è la volontà di salvaguardare, in tempi strettissimi, tutti i posti di lavoro degli operatori».

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è svolto, a Palermo, l’atteso incontro tra l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza e la delegazione della Uil e Uil Fpl di Messina per affrontare le problematiche relative al Centro Nemo di Messina. L’assessore Razza ha esposto l’eventuale soluzione che intenderebbe adottare per risolvere la vertenza in questione sia riguardo la continuità assistenziale a favore dei pazienti affetti da gravi malattie neuromuscolari (sla, sma, distrofie, ecc.) che in merito alla salvaguardia dei livelli occupazionali dei lavoratori del Centro Nemo” lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina, e Giuseppe Calapai, segretario generale Uil Fpl.

«In tal senso, l’assessore Razza ha ribadito la volontà di procedere all’internalizzazione dell’attività assistenziale. Inoltre, l’assessore regionale alla salute ha comunicato l’avvio di un percorso caratterizzato da una concreta ipotesi di lavoro, giuridicamente ineccepibile, finalizzata a salvaguardare, in tempi strettissimi, tutti i posti di lavoro degli operatori del Centro Nemo. Sarà attivato un tavolo tecnico coordinato dall’assessorato regionale alla salute, che coinvolgerà i quattro Direttori generali delle aziende sanitarie messinesi (Asp, Irccs Neurolesi, Papardo e Policlinico), per definire e risolvere, con estrema urgenza, la gravissima problematica sanitaria e sociale. Alla luce di quanto avvenuto, nel giudicare positivamente l’esito dell’incontro, restiamo in vigile e fiduciosa attesa sugli esiti del percorso annunciato», hanno così concluso Tripodi e Calapai.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati