Dal palazzo

La denuncia

Mobilità nella Sanità siciliana, il Nursind: «Ritardi per i nulla osta ai vincitori»

Il sindacato sollecita una cabina di regia per garantire date certe. Chiesta inoltre la proroga di un anno per i precari Covid.

Tempo di lettura: 2 minuti

Istituire una cabina di regia per garantire date certe ai vincitori della mobilità nella sanità siciliana. È la richiesta del Nursind che invoca un intervento urgente al governo per sollecitare le aziende sanitarie nella concessione dei nulla osta necessari per il trasferimento dei vincitori. «I lavoratori, infatti, rischiano la beffa: dopo il ritardo per l’approvazione delle graduatorie, adesso sono costretti a ulteriori attese perchè le aziende non rilasciano il via libera in tempi rapidi» affermano dal sindacato delle professioni infermieristiche.

Inoltre è sollevato un altro problema legato al rinnovo del contratto del personale impegnato nella lotta contro il covid. «Migliaia di dipendenti- scrive il coordinatore regionale Nursind, Salvo Calamia (nella foto) – inquadrati con contratti a tempo determinato, a partita iva, co.co.co, e altre forme, attendono il rinnovo dei contratti, in scadenza a fine anno, per garantire la continuità assistenziale e la salvaguardia della salute dei cittadini. Alcune regioni hanno avviato le procedure di proroga di tutti i contratti fino al 31 dicembre 2022 prevedendo un impegno al percorso di stabilizzazione».

Da qui la richiesta di prevedere anche in Sicilia «una proroga di un altro anno» invitando «la Regione e tutte le forze politiche a fare in modo che questo personale, fondamentale e indispensabile, abbia il giusto riconoscimento attraverso la stabilizzazione prevista dalla legge».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche