Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
screening

Dal palazzo

La nota di Aiom, Cipomo e ReOS

Migrazione oncologica: “Dati in miglioramento. Ora rappresenta solo il 12% del debito generato dai drg di fuga”

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Aiom, Cipomo e ReOS in risposta al commento del vicepresidente dell’Ordine dei medici di Palermo Giovanni Merlino

Tempo di lettura: 2 minuti

In riferimento all’articolo pubblicato su InSanitas il 6 luglio 2021, riportante dei dati scaturiti dal confronto tra gli esperti e i rappresentati delle Istituzioni durante un evento webinar organizzato da AZ Salute e tenutosi in data 2 luglio u.s. sul tema della migrazione sanitaria passiva in ambito oncologico, è doveroso puntualizzare che i dati statistici e le conclusioni riportate risultano non in linea con le nostre conoscenze e osservazioni in materia.

Nello specifico, il debito generato cui si è fatto riferimento nell’articolo è stato parzialmente compensato dai rimborsi derivanti dalla migrazione sanitaria attiva che il nostro sistema sanitario regionale vanta nei confronti delle altre regioni italiane. Il su citato debito comprende tutti i DRG di fuga e non soltanto, quindi, quelli inerenti i trattamenti per pazienti con neoplasia che tra l’altro si piazzano al terzo posto dopo quelli di ortopedia e cardiologia; in totale i DRG oncologici, comprendenti trattamenti sistemici, interventi chirurgici e trapianto di midollo osseo, quotano per circa il’12% del debito totale.

Entrando ancor più nel dettaglio, i DRG 410 che identificano il rimborso per la somministrazione dei cicli di chemioterapia impattano sulla spesa in questione soltanto per l’1%. Molto spesso la criticità nel funzionamento dei sistemi complessi risiede nell’errata o insufficiente comunicazione tra gli elementi che li costituiscono e di quanto è fatto trasparire al mondo esterno.

Proprio a conclusione del webinar in questione si è immaginato un prossimo futuro all’insegna della collaborazione e della buona comunicazione tra gli operatori sanitari, le Istituzioni e i nostri Concittadini, prevedendo piani di miglioramento delle risorse da mettere in campo per migliorare non solo le Strutture e i percorsi diagnostico-terapeutici-assistenziali, ma anche il sistema d’informazione-comunicazione oggi ancora molto carente così da rendere giustizia alle ottime realtà sanitarie che già operano con dedizione ed abnegazione nella nostra regione.

Per ottenere una capillare, efficace e puntuale informazione dei Cittadini Siciliani, infatti, confidiamo nella collaborazione degli organi di comunicazione per diffondere consapevolezza, scienza e conoscenza di opportunità di cure in Sicilia.

Consapevoli delle criticità esistenti e della necessità di porre in essere misure d’implementazione del sistema, spinti da un immutato spirito di servizio e di collaborazione, rimaniamo disponibili per eventuale ulteriore confronto sull’argomento in questione.

Dr Massimiliano Spada AIOM- Sicilia

Dr Stefano Vitello CIPOMO Sicilia

Prof. Vincenzo Adamo Coordinatore ReOS

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati