Messina, infuria la protesta contro il depotenziamento delle ambulanze del 118: già raccolte oltre 25 mila firme

28 Settembre 2017

Sotto accusa il decreto di riordino della rete ospedaliera e dell'emergenza- urgenza a firma dell'assessore Gucciardi. Le interviste video di Insanitas.

di Sonia Sabatino

MESSINA. Sono state già raccolte oltre 25.000 firme per opporsi ai tagli annunciati alle ambulanze medicalizzate del 118 messinese. Si punta alle 30.000 entro sabato, giorno in cui si concluderà la raccolta a Piazza Cairoli dalle ore 16.

I sindaci della provincia, guidati dal sindaco della Città Metropolitana, Renato Accorinti, insieme ai sindacati e gli operatori del 118, a metà ottobre porteranno le firme al presidente della Regione, Rosario Crocetta, per chiedere di rettificare il decreto “Gucciardi”.

Durante l’ultimo incontro con i sindacati, il governatore siciliano ha manifestato l’intenzione di modificare il “Riordino della rete ospedaliera” a favore del 118 di Messina, ma ancora nulla di concreto è stato fatto, quindi la protesta dei medici non si fermerà fino a quando non ci sarà la garanzia che il “modello Messina” non verrà toccato.

Ieri un nuovo incontro si è tenuto all’Ordine di Medici di Messina per raccogliere le firme e organizzare le manifestazioni future.

Sopra e qui giù le interviste video di Insanitas a Renato Accorinti (sindaco di Messina), Nino Grillo (referente Snami Messina e medico del 118), Giacomo Caudo (presidente dell’Ordine dei Medici di Messina) e Domenico Runci (direttore della Centrale operativa del 118 di Messina).

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV