Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
emergenza-urgenza

Emergenza urgenza

Interrogazione all'Ars

Messina, il deputato regionale Picciolo lancia l’allarme: «Emergenza personale al 118»

Il capogruppo all'Ars di Sicilia Futura: «Gli addetti sono costretti a sguarnire la rete cittadina del servizio per compiere viaggi, anche fuori provincia, alla ricerca del posto letto per il ricovero dei pazienti sottoposti a trattamento sanitario obbligatorio». Da qui l'appello a Crocetta e Gucciardi per risolvere il problema.

Tempo di lettura: 1 minuto

MESSINA. «Il personale del 118 messinese è costretto a sguarnire la rete cittadina del servizio per compiere viaggi, anche fuori provincia, alla ricerca del posto letto per il ricovero dei pazienti sottoposti a trattamento sanitario obbligatorio».

Lo afferma il capogruppo all’Ars di Sicilia Futura, Beppe Picciolo, con un’interrogazione rivolta al Presidente della Regione ed all’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, per avere un quadro preciso della situazione emergenza 118 a Messina.

«Al medico del servizio sanitario del 118 viene richiesto sempre più spesso di affrontare problematiche psichiatriche gravi che posseggono il carattere di urgenza- afferma il deputato regionale- Altrettanto spesso le scelte da fare sono molto difficili sia da un punto di vista clinico-terapeutico, sia da un punto di vista legale, ma soprattutto logistico».

Da qui l’appello a Crocetta e Gucciardi, affinché «si  amplino i posti per pazienti psichiatrici acuti sottoposti al T.S.O., o si potenzi urgentemente il parco mezzi/ambulanze e il personale medico e paramedico impegnato nel pronto intervento. In alternativa si copra la “vacatio” del servizio 118 con ambulanze private del volontariato da convenzionare alla bisogna».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati