Dal palazzo

I dettagli

Messina, 1° Congresso siciliano di “Cardiologia e Cardiologia Riabilitativa”

L'evento ha come responsabile scientifico Roberto Caruso, è organizzato dal gruppo Giomi e si terrà al "Royal Palace Hotel" il 20 ed il 21 gennaio.

Tempo di lettura: 3 minuti

La prevenzione in ambito cardiologico e gli aspetti nevralgici della gestione ambulatoriale del paziente cardiopatico saranno al centro dei setting scientifici del 1° congresso siciliano di “Cardiologia e Cardiologia Riabilitativa- La pratica al centro” che si terrà al “Royal Palace Hotel” di Messina il 20 ed il 21 gennaio prossimi. L’edizione sarà caratterizzata da un format interattivo costante e dinamico che coinvolgerà i clinici, il pubblico e gli esperti del settore. L’evento è organizzato dal gruppo Giomi e patrocinato gratuitamente dall’Assemblea Regionale Siciliana, dalla Assessorato alla Salute Regionale, dall’Ordine dei Medici e dei Chirurghi della Provincia di Messina e da AICPR (Associazione Italiana di Cardiologia Clinica, Preventiva e Riabilitativa).

«I nostri compiti ormai sono molto più ampi e delicati rispetto al passato, perché ci occupiamo di prevenzione, oltre che della gestione ospedaliera ed ambulatoriale di pazienti sempre più complessi, col fine di migliorare l’impegno sociale e sanitario, e ridurre così l’impatto economico di tali patologie aggravato dalla pandemia- precisa Roberto Caruso (nella foto), responsabile scientifico dell’evento, direttore della Cardiologia del gruppo Giomi di Messina e Consigliere Nazionale dell’AICPR-. Questa volta abbiamo deciso di utilizzare un format didattico interattivo che coinvolgerà attivamente tutti i partecipanti che si troveranno ad assistere a vere e proprie scene teatrali, in cui i protagonisti saranno i medici ed i pazienti, in ambiente ambulatoriale ed ospedaliero. Daremo quindi voce a tutte le figure (medici, infermieri, dietisti, psicologi, fisioterapisti) che nel quotidiano lavorano per il paziente e con il paziente, contando su un board scientifico di alto profilo, assolutamente autorevole in campo nazionale».

I partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi per mettere in luce lacune e zone grigie che la letteratura scientifica e le linee guida ancora mostrano. L’obiettivo sarà quello di sviluppare le conoscenze ed il metodo per approcciare questi pazienti a rischio cardiovascolare alto e molto alto.

Ogni fase didattica interattiva sarà impreziosita da letture incentrate sull’argomento trattato. Si è scelto di focalizzare l’attenzione su: prevenzione, ipertensione arteriosa, dislipidemie, diagnostica cardiovascolare, cardiopatia ischemica acuta e cronica, scompenso cardiaco, cardiologia interventistica, cardiologia riabilitativa e multidisciplinarietà, aritmologia, fibrillazione atriale e gestione pratica dei NAO (Nuovi Anticoagulanti Orali), le ultime terapie innovative in ambito cardiologico, emodinamico e cardiochirurgico.

Saranno, inoltre, valutati i follow-up da fornire al paziente per la sua gestione territoriale. I lavori si chiuderanno sabato 21 gennaio alle ore 13, con il dibattito interattivo sul ruolo dell’equipe multidisciplinare che sarà condotto dai giornalisti medico scientifici dell’Unione Nazionale Medico Scientifica d’Informazione: Nicola Miglino, Presidente UNAMSI, e Maria Grazia Elfio, Coordinatore Regionale Sicilia – UNAMSI.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1


    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche