Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

A colpi di estintore

Medico aggredito al Pronto soccorso di Termini, la solidarietà dell’Asp

"Nel ringraziare il personale di vigilanza intervenuto e le forze dell'ordine che hanno identificato e fermato l'aggressore, preannunciamo che ci costituiremo parte civile in un eventuale giudizio".

Tempo di lettura: 1 minuto

La Direzione aziendale dell’Asp di Palermo ha espresso la “massima solidarietà al medico del Pronto Soccorso dell’Ospedale Cimino di Termini Imerese aggredito la notte scorsa a colpi di estintore”.

«La brutale violenza che si è abbattuta su un professionista che stava facendo con scrupolo ed impegno il proprio lavoro è il segnale dell’insopportabile clima che si respira in molte corsie di ospedale- sottolineano dall’Asp di Palermo- condanniamo con fermezza qualsiasi forma di sopraffazione anche verbale. Al medico ed al personale tutto dell’Ospedale Cimino va la solidarietà ed il massimo supporto che manifesteremo in tutte le sedi competenti. Nel ringraziare il personale di vigilanza immediatamente intervenuto e le forze dell’ordine che hanno identificato e fermato il vile aggressore, preannunciamo che ci costituiremo parte civile in un eventuale giudizio».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati